Home > Cultura

“Vogliamo l’Euro(pa)” alle Giornate degli autori-Venice Days

“Vogliamo l’Euro(pa)” è il titolo dell’incontro organizzato oggi dalle Giornate degli Autori – Venice Days in partnership con il Parlamento Europeo, all’interno del progetto “27Volte Cinema”, campus che permette a 27 giovani cinefili rappresentanti dei paesi dell’Unione Europea di incontrare quotidianamente registi e professionisti per discutere i temi più attuali del cinema indipendente contemporaneo. Oggi i tutor d’eccezione sono state la Presidente della Commissione Cultura del Parlamento Europeo Doris Pack e l’Europarlamentare Silvia Costa, relatrice per il rapporto “Europa Creativa” insieme a Paul Huth e Fatima Djoumer, membri del panel di selezione del Premio Lux. Si discute di interazioni tra politica e cultura, con un focus sul concetto di “Identità europea”. “L’Europa stessa deve proporsi come solido operatore di distribuzione globale incoraggiando la valorizzazione delle diversità e il rafforzamento dell’identità comunitaria”, spiega l’europarlamentare PD, che punta su cultura e creatività per la programmazione comunitaria dei prossimi sette anni. “Cultura e creatività potrebbero essere il fronte comune su cui l’Italia prima di tutto, e, auspico, la Germania si impegnano nell’immediato futuro per la costruzione di una nuova Europa fondata su un progetto culturale e politico, oltre che economico e finanziario. Non ci sarà competitività né crescita sostenibile e innovativa se non inaugurando una nuova stagione delle politiche pubbliche nazionali ed europee in ambito culturale”, prosegue l’On. Costa rivolgendosi alla presidente tedesca della Commissione Cultura Doris Pack.Tramite il programma Europa Creativa, che prevede uno stanziamento di 1,8 miliardi per il 2014-2020 – un budget ancora limitato, nonostante l’aumento del +37% rispetto al settennio precedente -, saranno destinati 900 milioni a Media, 500 a Cultura e 280 alle politiche transettoriali e transnazionali, di cui 210 milioni all’istituzione di un fondo di garanzia europeo per le piccole e medie imprese e per i progetti di innovazione culturali, creativi e audiovisivi. Nello specifico, tra le proposte che verranno presentate in parlamento sono contemplate: un maggiore sostegno alle traduzioni, al doppiaggio e alla sottotitolazione, un più forte raccordo transettoriale tra cultura, turismo e ricerca e la valorizzazione del ruolo e dello status professionale degli artisti. Perché “il valore del patrimonio e dell’attività culturale, tangibile e intangibile, va fatto crescere attraverso opportune azioni di valorizzazione ed educazione culturale, filmica, audiovisiva, digitale, da realizzare anche d’intesa con le università e con istituti di alta formazione”, conclude l’europarlamentare.

 

Articolo apparso il 4 settembre 2012 su ilsole24ore.com

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati