Home > Primo piano

“Occorre battersi ancora per la vita e la giustizia in Iran”

Sakineh-Mohammadi-AshtianiCon le parlamentari della delegazione italiana del PD al Parlamento europeo abbiamo lanciato l’iniziativa al Parlamento europeo di una  fiaccolata “Una luce per la vita di Sakineh”.

Con questo appello noi parlamentari europee del Partito democratico abbiamo invitato tutti i colleghi e le colleghe a manifestare con una fiaccolata a Strasburgo, martedì prossimo. Il nostro capo delegazione David Sassoli ha scritto ai Presidenti di tutti i gruppi politici in Parlamento europeo per chiedere la loro adesione.

Si sta anche lavorando per approvare una risoluzione contro la condanna alla lapidazione di Sakineh, aggiungendo così l’autorevole voce del Parlamento europeo alle prese di posizione internazionali di questi giorni.

Sappiamo molto bene anche dalle parole del figlio di Sakineh, Sajad, come il regime iraniano sia sensibile alle campagne mediatiche internazionali e come già in altre tragiche occasioni l´impegno del mondo libero abbia salvato la vita a condannati, come il regista Jafar Panaj.

Anche se la stagione delle lapidazioni delle presunte adultere non è finita. Lo dimostra la sentenza del 28 agosto scorso contro due altre donne iraniane, Valj Janfshani e Sariyed Ebadi.

Proprio nel giorno in cui, nella riunione congiunta delle Commissioni Diritti delle Donne e Libertà e diritti del Parlamento europeo, abbiamo votato la Direttiva contro il traffico degli esseri umani, nuova forma di schiavitù che coinvolge centinaia di migliaia di persone, in grande prevalenza donne e bambini, anche nella nostra “civile” Europa, assume un particolare significato battersi per la vita e la giustizia in Iran.

La globalizzazione rende ancora più forte infatti la consapevolezza che la libertà e la difesa dei diritti umani sono un bene indivisibile. Ma mostra anche che alle forme antiche, tribali, di violenza contro le donne se ne affiancano di nuove, forse più sommerse ma tali da distruggere la vita e la dignità delle persone.

E’ importante che questa mobilitazione – che coinvolge cittadini, associazioni, partiti, istituzioni – veda la forte presenza anche di testate giornalistiche, come dimostra la raccolta di firme di Repubblica e la campagna “Fiori, non pietre”, lanciata da Adnkronos anche in farsi e in arabo.

Apprezzabile anche il gesto simbolico di affiggere la foto di Sakineh sulla facciata di Palazzo Chigi, ma ci piacerebbe sentire più forte la voce del Governo nelle sedi istituzionali e diplomatiche. Anche sacrificando qualche convenienza commerciale.

Condividi:

    1 commento for ““Occorre battersi ancora per la vita e la giustizia in Iran””

    1. Paolo scrive:

      Carissime Sivia, Rita e Patrizia. Ottima iniziativa “una luce per la vita di Sakineh” a cui mi associo con profonda convinzione. Credo, che accanto a questa giusta e doverosa rivendicazione, che ripropone il tema della vita come valore non disponibile e non negoziabile, ci inviti a fare un passo avanti. Forse non sarebbe in questo nostro tempo, in cui l’elemento religioso fa sempre più notizia, ribadire che l’adulterio è un’offesa alla famiglia e indebolisce relazioni vitali; che il per-dono è un valore sociale che consente alla persona di riprendere in ogni momento un cammino positivo e cose di questo tipo. Il problema dei prossimi anni sarà sempre più non un muro contro muro, ma provare a capire se ci sono ragioni sostenibili dall’altra parte su cui poter far leva. Grazie. Paolo Tarchi

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati