Home > Dal Parlamento Europeo

Tutti i punti all’odg della plenaria di Strasburgo dal 13 al 16 dicembre

europarlamento-aula-strasburgoA un milione di cittadini il diritto di proporre nuove leggi UE. Se il testo sull’iniziativa legislativa popolare, già concordato dai deputati con il Consiglio e la Commissione, troverà l’approvazione del Parlamento, un milione di cittadini dell’Unione potrà presentare alla Commissione proposte di legge europea. I firmatari dell’iniziativa dovrebbero provenire da almeno sette Stati membri. Il Parlamento si è adoperato per rendere lo strumento quanto più accessibile possibile, riducendo l’iter burocratico e potenziando l’assistenza.

Il Parlamento vota il bilancio 2011 mercoledì, dopo un dibattito il giorno prima, cosi come deciso giovedì dalla Conferenza dei presidenti, che riunisce il Presidente del PE e i leader dei gruppi politici.

Leggi più severe contro la tratta di esseri umani I trafficanti andranno incontro a sanzioni più dure, mentre le vittime riceveranno maggior protezione e aiuto, secondo la nuova legislazione che sarà votata dal Parlamento martedì. Le nuove regole coprirebbero i reati di tratta di esseri umani per l’industria del sesso e anche per lo sfruttamento della manodopera, per esempio nei settori delle costruzioni, dei lavori agricoli e delle occupazioni domestiche.

Una protezione pan-europea per le vittime di crimini Alle vittime che hanno diritto alla protezione in uno Stato membro dovrebbe essere garantito lo stesso livello di tutela in tutta l’Unione, grazie al nuovo Ordine di protezione europeo, che sarà votato martedì dal Parlamento. Il testo, su insistenza dei deputati, garantisce protezione non solo alle vittime della violenza di genere, ma alle vittime di tutte le tipologie di crimine.

Un meccanismo permanente di gestione delle crisi. I deputati discuteranno con la Presidenza del Consiglio e la Commissione il prossimo Consiglio europeo di dicembre. L’argomento principale di dibattito sarà la politica economica e in particolare la creazione di un meccanismo permanente di gestione delle crisi per la zona euro e le necessarie modifiche ai trattati per la sua attuazione.

Guillermo Fariñas: vincitore del Premio Sacharov 2010Il dissidente politico cubano è il vincitore dell’ultima edizione del Premio Sacharov per la libertà di pensiero assegnato dal Parlamento europeo. La cerimonia di premiazione avverrà mercoledì 15 dicembre. Fariñas è ancora in attesa del permesso dalle autorità cubane per lasciare il suo paese.

Wikileaks: discussione con Barroso Le notizie pubblicate sul sito Wikileaks e la sicurezza informatica saranno discusse martedì con il Presidente della Commissione, José Manuel Barroso, durante il tempo delle interrogazioni (dalle 15h30 alle 16h00). Le rivelazioni ,contenute nei documenti trapelati, sui voli della CIA e sulle consegne straordinarie figureranno probabilmente fra gli argomenti da trattare con il Presidente Barroso.

I diritti fondamentali nell’UE . I diritti dei cittadini UE sono ancora troppo spesso violati, afferma la relazione sui diritti fondamentali di quest’anno. I deputati chiedono “urgenti misure concrete, strategie di medio termine e soluzioni a lungo termine e un impegno da parte delle istituzioni dell’Unione europea”.

I diritti umani nel mondo nel 2009 La relazione annuale del Parlamento sullo stato dei diritti umani nel mondo per il 2009 sarà discussa con l’Alto rappresentante per la politica estera, Catherine Ashton, mercoledì mattina. I deputati vorrebbero vedere le nuove disposizioni contenute nel trattato di Lisbona convertite in una politica europea forte e concreta per i diritti dell’uomo, capace di assicurare coerenza fra l’azione interna ed esterna dell’Unione.

Diritto di residenza UE ai rifugiati – I rifugiati e le persone che hanno diritto alla protezione internazionale potrebbero ottenere il permesso di residenza valido in tutta l’UE, se una modifica alla legislazione comunitaria in materia sarà approvata dal Parlamento martedì. Le nuove regole garantirebbero ai rifugiati gli stessi diritti di cittadini non comunitari in possesso di un permesso di residenza di lungo termine.

Immigrazione: un permesso unico per lavorare e soggiornare in tutta l’UE - Un progetto di legge sul “permesso unico” per facilitare il conseguimento della residenza e dei permessi di lavoro agli immigrati in regola e garantire gli stessi diritti dei cittadini europei in termini di remunerazione, condizioni di lavoro e sicurezza sociale, sarà votato dal Parlamento martedì.

Divorzi transfrontalieri – Le coppie internazionali composte di cittadini comunitari in futuro potranno decidere quale legislazione nazionale applicare in caso di divorzio e separazione legale, secondo la nuova legislazione che il Parlamento voterà mercoledì. Tali regole permetteranno, ad esempio, a una coppia italo-tedesca che vive in Belgio, di decidere se applicare la legislazione italiana, tedesca o belga in caso di divorzio.

Marchio del patrimonio europeo – A monumenti e siti naturali, archeologici, urbani o d’interesse culturale che hanno avuto un ruolo importante nella storia, cultura o integrazione europea, potrebbe essere assegnato il marchio del patrimonio europeo, secondo la proposta legislativa che sarà votata dal Parlamento giovedì.

Afghanistan: modificare radicalmente la strategia UE - La strategia UE per l’Afghanistan deve essere radicalmente riconsiderata, poiché dopo quasi un decennio d’impegno della comunità internazionale la sicurezza e le condizioni socio-economiche del paese sono ancora in deterioramento, secondo quanto afferma una relazione che sarà discussa mercoledì. La “exit strategy” deve essere decisa in collaborazione con le autorità afghane e coinvolgere i talebani nei negoziati, aggiungono i deputati.

Per una Forza di protezione civile dell’UESulla base degli insegnamenti tratti dagli interventi ad Haiti e in Pakistan, l’UE dovrebbe agire, per le operazioni di aiuto umanitario e secondo quanto afferma un progetto di risoluzione, concentrandosi su quelle aree di intervento in cui può portare maggior valore aggiunto. Il Parlamento voterà martedì una risoluzione che chiede al Consiglio l’istituzione immediata di una Forza di protezione civile dell’UE.

Proteggere i consumatori dalla pubblicità intrusiva online – I deputati chiedono alla Commissione di proporre misure per informare meglio i consumatori europei sulle nuove forme di pubblicità personalizzata presenti in rete. Il rispetto dei dati personali è la questione principale, secondo il progetto di risoluzione che sarà votato martedì. I deputati chiedono inoltre azioni specifiche per proteggere i consumatori più vulnerabili come i bambini.

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati