Home > Dal Parlamento Europeo

Strage di Lampedusa, fiaccolata ieri a Strasburgo: Pd chiede più Europa ma Italia cambi leggi insensate

Fiaccolata StrasburgoUna fiaccolata simbolica si è svolta ieri sera a Strasburgo davanti il Parlamento europeo. “Manifestiamo – si legge in una nota della delegazione del Pd al Parlamento europeo – per esprimere il nostro dolore per le vittime e la nostra solidarietà ai superstiti per l’immane catastrofe di Lampedusa. Manifestiamo per chiedere all’Europa una comune politica per l’immigrazione e l’accoglienza. Manifestiamo perché l’Italia cambi le sue insensate leggi, a partire dalla Bossi-Fini, e per abolire il reato di immigrazione clandestina, che hanno contribuito a determinare difficoltà nell’accoglienza di povere persone che fuggono dalla guerra e dalla fame e che stanno umiliando le donne e gli uomini scampati alla tragedia di Lampedusa. Il Pd alla veglia del Parlamento europeo chiede più Europa e modifiche sostanziali alla legge Bossi-Fini e al pacchetto Maroni”.

Intanto ieri il presidente Martin Schulz ieri aveva aperto la sessione con un minuto di silenzio per i migranti annegati quando il loro barcone ha preso fuoco e si è capovolto al largo di Lampedusa il 3 ottobre scorso. Un silenzio che ha immaginato essere trafitto dalle urla delle vittime e che, a suo parere, dovrebbe segnare una svolta nella politica dell’Unione europea. Un dibattito sulla tragedia di Lampedusa si terrà mercoledì pomeriggio.

Nel silenzio, Schulz ha immaginato di udire le urla dei bambini che vedono i loro genitori annegare, dei genitori che non sono in grado di salvare i propri figli. Le urla di persone perse nel mare in tempesta, in vista del continente che credevano potesse dar loro protezione e speranza.
L’UE normalmente si esprime in cifre e con un crudo gergo giuridico su chi ospita i rifugiati e ne sopporta l’onere finanziario, ha dichiarato il Presidente, sottolineando che i pescatori che hanno cercato di salvare le vittime sono stati addirittura minacciati di azioni giudiziarie.

Eppure, la forza e la ricchezza dell’Europa, rispetto alla condizione degli immigrati, dovrebbero consentirle di garantir loro protezione, ha aggiunto, sperando che questo avvenimento segni un punto di svolta nella politica dell’UE.
La Plenaria ha deciso di aggiungere un dibattito sulle “Politiche UE sull’immigrazione nel Mediterraneo, con particolare riferimento ai tragici eventi di Lampedusa” all’ordine del giorno per mercoledì pomeriggio. Una risoluzione sul tema sarà posta in votazione nel corso della sessione di ottobre II (21-24).

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati