Home > Articoli e interventi, Plenaria, Povertà

Silvia Costa (PD/S&D): “La crescita dei senzatetto, una sfida etica per stati membri e UE”

Intervento dell’europarlamentare Silvia Costa (PD/S&D) nel dibattito sulle strategie dell’UE per i senzatetto avvenuto a Strasburgo il 16 gennaio 2014

Silvia COSTALa crescente diffusione in Europa delle persone senza fissa dimora è una sfida etica e politica per gli Stati membri e la UE che attiene ai diritti fondamentali e al conseguimento effettivo dell obiettivo della lotta alla povertà e alla esclusione sociale, uno dei 4 obiettivi del Fondo sociale europeo e uno degli 11 obiettivi del Fondo per lo sviluppo regionale.

Dalla prima risoluzione del Parlamento del 2011 a quella di oggi essi sono sviluppate iniziative e progetti, anche finanziati dal programma Progress come il DUESIS, a guida italiana, che anche nella recente conferenza di dicembre a Lisbona dal titolo Housing First, hanno proposto l’adozione di una strategia europea che faccia da impulso, cornice e monitoraggio alla azione degli Stati membri. A cominciare dalla raccolta di dati confrontabili, individuazione di nuovi approcci come quello Led Housing, ovvero prospettando soluzioni permanenti e non solo emergenziali.

L’aumento degli homeless vede crescere, accanto alle condizioni di assoluta indigenza, il numero di nuclei familiari con bambini, di padri separati, di persone con disagio psichico e di salute, di sfrattati, di persone che hanno perso il lavoro. Occorrono quindi politiche integrate, da una nuova politica alloggiati a agli investimenti nell’housing sociale, ai servizi integrati anche per la salute, in forte collaborazione con gli enti locali e le ONG.

In Italia una recente ricerca della Caritas riferisce che la maggioranza dei senza fissa dimora sono sotto i 45 anni, sei su dieci sono stranieri, ma che tra gli italiani il 65% avevano una casa e che restano sulla strada per almeno quattro anni. Ma crescono con la crisi le forme di alloggi di fortuna o ospitalità temporanee che restano un dato sommerso. Con la nuova programmazione dei fondi strutturali, il fondo per gli indigenti che grazie al Parlamento e di tre miliardi e le linee guida del programma di impegno sociale si può e si deve fare un cambio di lasso e di impegno. E’ quello che proponiamo nella nostra risoluzione.

 

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati