Home > Comunicati stampa, Cultura, Primo piano

Silvia Costa (PD/S&D): Cultura e patrimonio ricchezza comune e risorsa per affrontare le sfide economiche e sociali in Europa”

vilnius

Intervento a Vilnius dell’eurodeputata Silvia Costa, relatrice del programma Europa Creativa 2014-2020, alla Conferenza Internazionale sul Patrimonio Culturale organizzata dal Ministero della Cultura Lituano

Vilnius, 13 novembre 2013 – “Riaffermare l’enorme valore del patrimonio culturale per la società e l’economia europea edevidenziare la sua natura di risorsa trasversale per raggiungere gli obiettivi di crescita intelligente, inclusiva e sostenibile di Europa 2020” – questo il senso  della  Conferenza Internazionale sul Patrimonio Culturale organizzata nelle giornate di oggi e domani dal Ministero della Cultura Lituano a Vilnius,  secondo l’eurodeputata Silvia Costa, relatrice del programma Europa Creativa 2014-2020, che ha preso parte all’iniziativa.

“Lo stesso progetto europeo è nato, prima ancora che sulla base di valori economici, su principi di pace, solidarietà, e coesione tra i popoli sostenuti da un comune retaggio che attraversa la pluralità delle nostre culture e fonda la nostra identità: questo rende evidente la centralità della cultura per il futuro dell’Europa” – ha detto Costa.

“Come membro della Commissione Istruzione e Cultura  e relatrice di Europa Creativa, posso dire che abbiamo lottato per ottenere il giusto posto per la cultura all’interno della strategia di Europa 2020. Solo grazie agli emendamenti introdotti dal Parlamento Europeo nella proposta della Commissione, cultura e patrimonio sono presenti tra le key actions dei Fondi Strutturali e in Horizon 2020, a testimonianza  - ha spiegato Silvia Costa – della nostra convinzione che non solo le politiche direttamente rivolte alla cultura hanno un impatto sul patrimonio e allo stesso tempo che questo ha un enorme potenziale come risorsa per il raggiungimento degli obiettivi delle altre politiche”.

“La crisi economica sta avendo un impatto terribile su stili di vita e di consumo culturale. I dati di Eurobarometro raccontano che negli ultimi sei anni pressoché   tutti gli indicatori culturali sono in diminuzione nella UE 28, per ragioni allarmanti: la maggior parte delle persone riferisce infatti di non partecipare ad attività o consumi culturali per mancanza di interesse. La priorità  quindi – ha raccomandato Costa – è lavorare per coinvolgere i cittadini europei nel riconoscere e comprendere il valore del nostro patrimonio comune, per promuovere la partecipazione attiva alla vita culturale e creativa e incoraggiare la vitalità delle organizzazioni e le imprese culturali e creative”.

“Con il voto a Strasburgo di martedì prossimo e con i primi bandi già a dicembre – ha concluso Costa –  anche Europa Creativapotrà contribuire a trasformare l’economia europea in una direzione più, sostenibile, intelligente e inclusiva  come stabilito dalla strategia Europa 2020, sostenendo attraverso la cultura e la creatività occupazione, produttività e coesione sociale”.

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati