Home > Dal Parlamento Europeo, esclusa da homepage, News

Schulz ai leader europei: “L’UE deve agire unita”

“Oggi dobbiamo agire con risolutezza e rapidità” ha chiarito il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz davanti ai capi di stato e di governo, durante il vertice del Consiglio di giugno. Il presidente, dopo la prima sessione del vertice ha invitato i governi dell’Unione europea ad “attivare tutte le misure realizzabili a breve termine per stimolare la crescita” accelerando il processo decisionale a livello europeo.
“I progetti per il futuro, per dopodomani, per quanto possano essere necessari, non debbono impedirci di vedere le pressanti sfide di oggi”, “dobbiamo agire con risolutezza e rapidità”, ha aggiunto il Presidente rivolgendosi al Consiglio il 28 giugno a Bruxelles.
“La capacità di trovare una risposta convincente alla crisi del debito e di puntare sullo sviluppo è divenuta la questione cruciale per le sorti dell’Europa” ha sottolineato poi Martin Schulz, ricordando che le strategie a lungo termine per l’unione bancaria, un’unione fiscale e politica sono vitali ma non possono sostituire le azioni urgenti per combattere la crisi. “E ancor più che della fiducia dei mercati, la politica ha bisogno della fiducia dei cittadini”.
Per questa ragione il presidente Schulz ha ricordato ai leader che “la cooperazione costruttiva tra le tre istituzioni dell’Unione è un segnale di speranza per gli europei: significa che affrontiamo i problemi insieme in uno spirito di solidarietà”.

Questo potrebbe significare creare un ” accordo interistituzionale” che includa “tutte le misure per salvare l’euro” ma anche delle decisioni relative al funzionamento di Schengen e al “cosiddetto “masterplan per l’unione politica” da cui il Parlamento europeo è stato escluso per il momento, una decisione “inaccettabile”.
Il presidente Schulz ha concluso richiedendo agli Stati membri di assicurare un bilancio che sia “lo strumento più efficace per la crescita nell’Unione europea”.

“I fondi europei vengono investiti soprattutto in ambiti nei quali gli Stati membri operano tagli. E ha anche ricordato che “un bilancio adeguato non è necessariamente sinonimo di maggiori contributi da parte degli Stati membri”.
Rivolgendosi alla stampa, il Presidente ha indicato che i leader dell’UE hanno realizzato che “si trovano in una situazione ancora più seria e che sarebbe una buona idea quella di trovare delle soluzioni’.
Ha inoltre messo in guardia rispetto al grande dibattito legato alla futura architettura dell’Europa, mentre è stato sottovalutato e sono state speso poche “emozioni, sforzi ed energie” per ridurre, per esempio, i tassi d’interessi in Italia.

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati