Home > Dal Parlamento Europeo, esclusa da homepage

Plenaria a Bruxelles, in apertura Tunisia, Egitto e genocidio dei rom

parlamento-europeoLa situazione in Egitto e Tunisia, la commemorazione della “domenica di sangue” in Lituania, la recente impiccagione di Sahra Bahrami in Iran, l’assassinio dell’attivista per i diritti gay David Kato in Uganda e il genocidio dei rom durante la Seconda guerra mondiale sono gli argomenti sollevati in apertura della sessione plenaria di questa settimana a Bruxelles dal Presidente del Parlamento europeo Jerzy Buzek.

“La situazione nel Mediterraneo sta cambiando nel momento in cui parliamo”, ha dichiarato Buzek, che ha espresso la sua felicità per “il movimento di cambiamento democratico” in Tunisia. In Egitto, invece, la situazione è diversa: “Il movimento può perdere lo slancio”, ha detto Buzek, sottolineando che le riforme politiche sono un prerequisito per quelle sociali ed economiche e che bisogna organizzare le elezioni per soddisfare la richiesta di democrazia. “L’UE considera la democrazia altrettanto importante che la stabilità” per i nostri vicini del Mediterraneo, ha concluso.

Buzek ha anche ricordato che il 20 gennaio è stato il 20° anniversario della “domenica di sangue” in Lituania, quando truppe pro-sovietiche attaccarono centri strategici nella capitale dello Stato appena nato, uccidendo e ferendo numerosi cittadini lituani.

Il Presidente ha poi chiesto alle autorità iraniane di motivare le accuse a carico di Sahra Bahrami, impaccata il 29 gennaio scorso per un presunto traffico di droga. Sahra Bahrami era stata arrestata durante le proteste dell’Ashura del dicembre 2009.

Criticando il fatto che in Uganda gli omosessuali siano trattati come criminali, Buzek ha chiesto alle autorità ugandesi di investigare sull’assassinio di David Kato, avvenuto il 26 gennaio.

Infine, Buzek ha annunciato una riunione straordinaria della Conferenza dei Presidenti, aperta a tutti i deputati, per il prossimo 8 febbraio, per discutere i risultati del summit europeo del 4 febbraio. Il Presidente del Consiglio europeo Hermann von Rompuy sarà invitato a partecipare per fare un resoconto della riunione, come previsto dal Trattato di Lisbona.

Riconoscimento da parte dell’Unione europea del genocidio dei rom durante la Seconda guerra mondiale

In occasione del 66° anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau il 27 gennaio, il Presidente Buzek ha invitato l’Unione europea a riconoscere ufficialmente il genocidio del popolo rom, perpetrato nel corso della Seconda guerra mondiale dai nazisti e dai loro alleati.

“Oggi ricordiamo i nostri fratelli e le nostre sorelle rom”, ha dichiarato Buzek. “I rom sono la più grande minoranza etnica nell’UE ma sono anche stati per lungo tempo i più oppressi”, ha sottolineato. Solo alcuni Stati membri dell’UE finora hanno riconosciuto lo sterminio dei rom come genocidio. “E’ ora che questo genocidio sia riconosciuto”, ha esortato il Presidente del Parlamento europeo, chiedendo una migliore comprensione della loro situazione e incitando a lottare la discriminazione per mezzo dell’istruzione.

Modifiche all’ordine del giorno

L’Aula ha approvato le seguenti modifiche all’ordine del giorno della plenaria di questa settimana:

Mercoledì 2 febbraio

Il titolo del dibattito sulla Tunisia è stato cambiato in “Dichiarazione del vicepresidente della Commissione/Alto Rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza sulla situazione nel Mediterraneo, in particolare Tunisia ed Egitto”.

Le votazioni sulle proposte di risoluzione sulla Tunisia si svolgeranno come previsto giovedì 3 febbraio. Le proposte di risoluzione sull’Egitto saranno invece poste in votazione nella sessione di febbraio II a Strasburgo.

Il dibattito sulle dichiarazioni del Consiglio e della Commissione sulla crescita dei prezzi alimentari è rinviato alla sessione di febbraio II. Questo punto è stato sostituito nell’ordine del giorno da una dichiarazione del Consiglio e della Commissione sulle nomine dei dirigenti delle autorità di vigilanza europee, seguita dagli interventi dei gruppi politici (probabilmente con una votazione giovedì).

Giovedì 3 febbraio

La relazione di Francesco Speroni (EFD, IT) sulla richiesta di revoca dell’immunità parlamentare dell’on. Tamás Deutsch (PPE, HU) sarà votata direttamente nel turno di votazioni di giovedì.

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati