Home > Amministrative 2012, Articoli e interventi, Europa Creativa, Primo piano

PE chiede più fondi per Erasmus ed Europa Creativa, Costa: Ue ha bisogno di “alimentarsi” di cultura

La Commissione Cultura del PE si attende “un maggiore sforzo” dal prossimo quadro finanziario pluriennale: triplicare i fondi per Erasmus e raddoppiare quelli per Europa Creativa

La Commissione Cultura del Parlamento europeo si attende “un maggiore sforzo” su Erasmus ed Europa Creativa dal prossimo quadro finanziario pluriennale dell’Unione europea. In particolare – emerge dall’ultima riunione della Commissione Cultura del PE del 3 settembre – si chiede di triplicare i fondi per Erasmus e raddoppiare quelli per Europa Creativa. Richiesta, inoltre, una maggiore chiarezza per quanto riguarda le sinergie messe in moto tra i vari programmi europei.

VALORE AGGIUNTO EUROPEO

“C’è una grande attesa del mondo della cultura, dell’audiovisivo e della creatività verso l’Europa – afferma l’eurodeputata Silvia Costa -. L’Europa ha bisogno di alimentarsi di cultura, di creatività e di libertà artistica e di espressione”. Secondo Costa bisogna rafforzare l’espressione “valore aggiunto europeo” facendo in modo che “ogni progetto abbia in sé qualcosa che aggiunge valore al progetto Ue”. “Condivido la proposta di una clausola di revisione obbligatoria di midterm che consenta di rifocalizzare la prospettiva del quadro finanziario pluriennale – prosegue l’eurodeputata -. Possiamo accettare atti di implementazione solo quando sono l’attuazione di un programma condiviso”.

RISORSE E SINERGIE

Costa si sofferma poi sulla questione delle sinergie tra i diversi programmi: “Mi piace che la Commissione preveda molto più di prima una maggiore possibilità di unire risorse e opportunità, ma sappiamo che nell’attuazione è molto difficile e i meccanismi previsti sono ‘light’. Dobbiamo puntare – sottolinea l’eurodeputata – a meccanismi trasparenti ed efficaci”. Costa torna poi sulla questione “centrale” delle risorse: “Bisogna mantenere l’impegno con i giovani, e triplicare Erasmus, e con il mondo della cultura e aumentare i fondi per Europa Creativa”.

EUROPA DIGITALE

Nel programma Europa digitale, secondo l’eurodeputata dovrebbe essere “più presente il riferimento a sostenere non solo la digitalizzazione delle imprese culturali e creative, ma anche la sfida tra ricerca, patrimonio culturale e digitalizzazione”. Questa, spiega Costa, “è la chiave della valorizzazione del patrimonio”.

(AgCult)

Condividi:

    Scrivi un commento

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2018 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Accedi