- Silvia Costa - http://www.silviacosta.it -

Nocciolicoltura e competitività, incontro con i produttori

Nel pomeriggio di venerdì 16 aprile, presso la sede della Comunità Montana dei Monti Cimini a Ronciglione, si è svolto un incontro tra l’europarlamentare del Pd Silvia Costa e i presidenti delle organizzazioni di produttori di nocciole del viterbese: Pompeo Mascagna per Assofrutti, Roberto Lanzalonga per Apronvit, Pietro Bruziches per Apnal ed Enrico Contardo per Aop Nocciola Italia. Oggetto dell’incontro, la nota vicenda legata ai provvedimenti che il governo della Turchia ha adottato lo scorso luglio. Tali provvedimenti (un contributo di 700 euro ad ettaro ed eliminazione del sistema di ritiro dal mercato delle quote eccedenti), com’è noto da tempo, rischiano di provocare una gravissima crisi della nocciolicoltura italiana.

I costi di produzione per i produttori di nocciole in Italia sono maggiori di circa il 300 per cento rispetto a quelli dei loro colleghi turchi, mentre l’aiuto ad ettaro elargito dall’Unione Europea (250 euro ad ettaro circa) è pari ad un terzo rispetto a quello previsto dal Governo turco. In tale situazione, i produttori italiani si potrebbero trovare a dover affrontare una situazione assolutamente non competitiva e, conseguentemente, una gravissima crisi.

All’europarlamentare Silvia Costa è stato chiesto di sollecitare nelle sedi europee la richiesta avanzata dai produttori italiani, sia al Governo italiano sia alla Commissione Europea, di specifici contributi proporzionati a quelli turchi, che possano consentire ai nocciolicoltori italiani ed europei di rimanere competitivi. Silvia Costa, alla presenza di Eugenio Stelliferi (assessore della Comunità Montana dei Cimini e organizzatore dell’incontro), si è impegnata a sostenere tali richieste nelle sedi opportune e in particolare ad affiancare il presidente della Commissione Agricoltura della Ue, Paolo De Castro, già interessato della questione, nella sua azione a sostegno dei nocciolicoltori italiani ed europei.

M.D.

Articolo tratto dal quotidiano online  OnTuscia.it

Condividi: