Home > Primo piano

Migranti, approvata risoluzione sui flussi. Silvia Costa (S&D): “Dall’UE più coraggio, coerenza e solidarietà. Ora Italia abroghi Bossi-Fini”

IMMIGRAZIONE: TUNISINI FANNO SCIOPERO FAME,VOGLIAMO RISPETTOStrasburgo, 23 ottobre 2013 - “Dopo i giorni del cordoglio e il solenne riconoscimento del dramma di Lampedusa come una tragedia europea il rinvio al 2014 delle decisioni sul tema dell’asilo è una contraddizione inaccettabile che né il Parlamento Europeo né molti governi nazionali, compreso quello italiano, possono accettare” – così ha scandito l’eurodeputata PD/S&D Silvia Costa commentando quanto previsto in materia di immigrazione nell’anticipazione delle conclusioni preparate dalla Presidenza del Consiglio Europeo per il vertice del 24 e 25 ottobre.

Se non si vuole assistere ad altre tragedie e contribuire ad alimentare ulteriormente la sfiducia nell’azione dell’Unione, occorre inaugurare una nuova fase della politica europea, contraddistinta da una svolta nelle politiche di immigrazione. Il Consiglio  - ha proseguito Costa -deve assumere alcune iniziative che muovano anche dalla Risoluzione sui flussi migratori nel Mediterraneo approvata oggi dal Parlamento Europeo in plenaria ”.
L’eurodeputata sintetizza così le proposte contenute nella risoluzione, cui ha offerto un significativo contributo la delegazione italiana del PD:  “Di fronte all’emergenza profughi del Mediterraneo abbiamo chiesto di rivedere le previsioni di Dublino II sull’asilo, che pongono un peso eccessivo sui Paesi di primo ingresso in Europa. L’obiettivo è di ripartire tra i diversi Stati Membri la responsabilità, consentire ai paesi di prima accoglienza di rilasciare permessi temporanei per permettere agli immigrati di raggiungere i paesi di destinazione e svolgere qui le pratiche e garantire l’effettiva solidarietà nei confronti dei richiedenti asiloabbiamo chiesto che l ’Ue chiuda il più velocemente possibile gli accordi bilaterali con i paesi del Mediterraneo, e che venga ampliata le possibilità di immigrazione legale attivando le rappresentanze diplomatiche degli Stati Membri nei Paesi Terzi per il rilascio dei permessi, considerato anche il determinante apporto dei lavoratori immigrati nelle economie dei paesi europei e la conseguente necessità di aggiornamento delle legislazioni nazionali; occorre rafforzare le risorse finanziarie di Frontex ed EASO (l’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo) e varare efficaci misure comuni di intercettazione e di soccorso in mare rispettose del diritto del mare, dei diritti umani e del principio del non respingimento anche sostenendo l’operazione Frontex da Cipro alla Spagna lanciata dalla Commissione europea.  A questo deve aggiungersi anche l’attuazione immediata del Regolamento Eurosur per il coordinamento delle informazioni tra Stati Membri”.
Oltre a questo - ha proseguito Costa bisogna trovare meccanismi comuni per individuare luoghi sicuri per lo sbarco di rifugiati e dei migranti soccorsi in mare e garantire l’adeguata formazione di tutte le guardie di frontiera e del personale di Frontex sui diritti fondamentali come individuati dai Trattati UE, stabilire sanzioni penali severe per chi favorisce la tratta degli esseri umani verso l’Unione. Infine, è necessaria  una più forte cooperazione con l’Alto Commissariato per i rifugiati ”.
Personalmente, infine,  ritengo non più rimandabile l’apertura di un corridoio umanitario, come chiesto da più parti, per evitare che i profughi dalla Siria e da altri paesi in situazioni di conflitto siano vittime di traffico di esseri umani e la loro vita sia messa a repentaglio. Come ha osservato il Presidente Letta, di fronte a quanto accaduto e ancora può accadere - ha concluso Costa l’Europa non può più stare a guardare“.
Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati