Home > News

Lotta alla povertà e all’esclusione sociale, obiettivo a lungo termine

Ottanta milioni di europei, il 16% della popolazione, vivono in povertà. Cosa stanno facendo l’Unione europea e gli Stati membri? La prima conferenza annuale della nuova Piattaforma europea contro la povertà e l’emarginazione sociale, che si è tenuta a Cracovia in ottobre, ha cercato delle risposte. Questa settimana il parlamentare belga di centro sinistra Frédéric Daerden ne ha messo in luce i punti principali davanti ai membri della commissione per l’occupazione.

I rappresentanti di governo e le organizzazioni che hanno partecipato all’evento hanno cercato una soluzione per salvare dalla povertà almeno 20 milioni di persone entro il 2020.

Secondo la definizione comunitaria, le persone sono considerate a rischio povertà quando vivono con un reddito inferiore del 60% del reddito medio familiare registrato nel loro paese.

Sebbene la lotta alla povertà sia responsabilità principalmente dei governi nazionali, l’Unione europea può avere un ruolo di coordinamento attraverso la creazione di regole a livello europeo e mettendo a disposizione dei fondi.

 

Obiettivi

A Cracovia più di 400 persone hanno preso parte all’evento e i ministri nazionali hanno discusso degli obiettivi che si sono fissati. La Francia per esempio vuole ridurre il numero delle persone a rischio indigenza di un terzo entro il 2012. La Germania pianifica di far diminuire il numero di disoccupati di lungo periodo del 20% entro il 2020. E la Polonia aspira a tirare fuori da una situazione di povertà 1,5 milioni di persone entro dieci anni.

 

Il bilancio di lungo termine dell’Unione europea deve avere come obiettivo la povertà

Il 15 novembre il Parlamento ha adottato un rapporto del parlamentare Daerden che chiedeva alla Commissione di presentare al Parlamento una relazione annuale sul progresso degli Stati membri sulla riduzione della povertà e sull’esclusione sociale.

Il Parlamento europeo vuole anche che la Commissione definisca le sue proposte per combattere la povertà nel quadro finanziario pluriennale 2014-2020. Vorrebbe dare un ruolo più importante alla convenzione della Piattaforma europea contro la povertà e l’emarginazione sociale.

 

Per saperne di più:

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati