Home > Comunicati stampa, Donne, Lavoro

L’Europa può e deve fare molto di più per l’economia sociale

conferenza europea“Costruire un’Europa della conoscenza, della competitività, dello sviluppo e della coesione sociale. Questi erano gli obiettivi, poi non raggiunti, della strategia di Lisbona. Io spero che quegli obiettivi restino il nostro orizzonte e che se non realizzati nei numeri prefissati nelle tabelle possano mostrare quale risultato un trend positivo”.
A dichiararlo è stata l’europarlamentare Silvia Costa intervenendo questa mattina alla conferenza europea sul tema “Occupazione femminile, Pari opportunità ed Impresa cooperativa: esperienze europee a confronto”, organizzata a Roma da Associazione generale delle cooperative italiane, Legacoop, Commisione Pari opportunità, in collaborazione con Cooperative Europe.

“Mi auguro però – ha continuato la parlamentare Pd – che sugli strumenti comunitari che si sono dimostrati inadeguati nella strategia di Lisbona si possa intervenire facendo sì che possano risultare efficaci in futuro Penso per esempio ad incentivi e sanzioni, al monitoraggio, alla capacità d’intervento dell’Ue. Quello che mi preoccupa in questo momento è che su questo fronte, anche rispetto alla strategia EU2020 siamo ancora un po’ generici”.

“Grazie al Trattato di Lisbona oggi in Europa ci sono le basi per parlare in modo non solo teorico di parità di diritti in senso ampio, di principi di non discriminazione, di ammissibilità delle azioni positive, di lotta alla violenza e al traffico e allo sfruttamento delle donne. Oggi il Parlamento europeo sta rivedendo la tabella di marcia sulle pari opportunità e soprattutto la politica della strategia Europa 2020, che contiene le linee guida che si danno ai governi  sulle azioni da fare. In una di queste linee guida si parla di migliorare il clima di lavoro per le imprese, anche le piccole imprese, i consumatori e modernizzare la parte industriale. Dentro questa proposizione – ha concluso Silvia Costa – è necessario a mio giudizio proporre un emendamento che espliciti e sottolinei di più il ruolo dell’economia sociale, che in Europa corrisponde alla cooperazione, al terzo settore, alle fondazioni, insomma a quel settore che in Italia ha una grande storia, una grande ricchezza, ma che spesso non ha visto un sufficiente riconoscimento in termini anche di adeguamenti normativi, strumenti  e politiche a livello comunitario”.

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati