Home > Dal Partito Democratico

“Le strategie di Cortona siano la base del prossimo programma PD”

Si tengono oggi a Cortona, con il discorso di Dario Franceschini, le conclusioni del quarto incontro politico dei nuovi italiani, cioè di Area democratica del PD guidata da Franceschini, Marini, Fassino e altri.
Ieri dibattito sul federalismo municipale tra Piero Fassino ed un esponente della Lega-Nord, ma soprattutto discussione vivace e fuori dai denti sul domani d’Italia.

In particolare sul futuro nuovo che attende la nostra nazione dopo i disastri del berlusconismo, della precarizzazione dei giovani, dell’esosità fiscale sui soliti noti, cioè sui lavoratori dipendenti e sui pensionati, della deindustrializzazione dei territori del mezzogiorno e della cosiddetta terza Italia.
In questa prospettiva particolarmente applauditi gli interventi di Franco Marini, Sergio D’Antoni, Sergio Cofferati, Pier Paolo Baretta, Debora Serracchiani e Silvia Costa.

Di grande respiro politico e di livello da vero padre fondatore del PD il discorso dell’ex-Presidente del Senato, Franco Marini, che non solo ha spronato a costruire una nuova Italia con programmi mirati all’economia sociale e allo sviluppo agro-industriale, ma soprattutto ha chiesto di uscire dalle vuote liturgie della politica personalistica per mettere in campo, attraverso un partito unito e coeso attorno al segretario Bersani, una classe dirigente giovane ed intellettualmente valida per traguardare il nostro paese verso il nuovo che il popolo, i cittadini ormai si attendono da un anno a questa parte.

L’europarlamentare Silvia Costa ha incentrato il suo intervento sulla necessità di un partito che scelga quattro cose concrete ( lavoro per i giovani, tutela della famiglia, istruzione e sanità pubbliche, energia verde) da presentare agli italiani quale alternativa plausibile all’attuale maggioranza di centrodestra. L’on. Costa ha poi chiesto che le strategie elaborate negli incontri di Cortona siano una base imprescindibile per presentare il programma del PD nelle prossime consultazioni elettorali anticipate  prevedibili  per il prossimo anno, se non prima.

L’onorevole Sergio D’Antoni, nel suo applaudito discorso, ha chiesto a tutti di essere pronti a lavorare per il bene di un’Italia unita dalle Alpi a Lampedusa, di dare nuovi sviluppi al lavoro della nostra industria e della nostra agricoltura e di ridistribuire ricchezza attraverso aumenti di produttività e di merito professionale ai lavoratori dipendenti. Inoltre ha invitato a guardare nuovamente con seria programmazione al Sud d’Italia  in quanto il nostro Mezzogiorno è oggi la frontiera vera della nostra nazione verso i pericoli che possono venire da una globalizzazione selvaggia, gestita dagli gnomi finanziari, che,come si sa, non amano molto la democrazia economica.

Ivo Camerini

 

Articolo tratto dal quindicinale L’Etruria del 27 marzo 2011

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati