Home > Dal Parlamento Europeo

Le decisioni del Parlamento europeo nella plenaria di novembre

Come uscire dalla crisi economica e impedire agli speculatori di avere il sopravvento sui mercati finanziari? Che futuro per la neutralità di internet in Europa? Queste sono solo un paio delle questioni affrontate in plenaria.

I parlamentari hanno invitato l’Unione europea ad una vasta azione per prevenire la morte delle api da miele. La loro scomparsa potrebbe avere un grave impatto sulla produzione europea alimentare e sulla stabilità ambientale. Per non parlare dei 600 mila posti di lavoro che il settore offre.

I deputati si sono confrontati sul vertice UE-USA che si terrà il 28 novembre a Washington, sottolineando il bisogno di un’iniziativa transatlantica per l’occupazione e la crescita. Altre questioni di politica estera: una soluzione per la situazione in Palestina, Siria, Libia e Iran.I legislatori europei hanno votato per semplificare il reciproco riconoscimento delle qualifiche professionali, aprendo la strada a lavoratori altamente qualificati per rispondere alla carenza di manodopera in tutta Europa.

I deputati hanno votato in legge un regolamento per limitare le vendite allo scoperto e il commercio di  credit default swaps (CDS), con lo scopo di contenere la volatilità del mercato e rendere la speculazione sul default di un paese più difficile.

Il vincitore del premio LUX 2011 è “Les neiges du Kilimandjaro” del regista francese Robert Guédiguian. Il film si interroga sulle ingiustizie delle società odierne e sui loro conflitti politici e sindacali e fa un appello per la tolleranza.

I parlamentari hanno discusso le modalità per stabilire una politica economica europea più forte con Herman Van Rompuy, Jean-Claude Juncker, e José Manuel Barroso. La maggior parte dei capigruppo politici del Parlamento europeo hanno sottolineato che delle modifiche al Trattato saranno possibili solo in maniera trasparente, e in presenza dei deputati nazionali e europei.

I deputati hanno dichiarato in una risoluzione che gli Stati membri dovrebbero essere liberi di fare le proprie regole in materia di gioco d’azzardo online (10% di tutti i giochi d’azzardo in Europa, pari a 10 miliardi del guadagno), ma dovrebbero anche coordinarsi per combattere il gioco d’azzardo illegale transfrontaliero, proteggere i bambini e impedire agli adulti più vulnerabili di diventarne dipendenti.

La discriminazione e le violazioni dei diritti umani della popolazione rom sono stati sotto i riflettori, dato che i parlamentari hanno invitato gli Stati membri a seguire le linee guida europee per l’integrazione di questa grande minoranza nell’Unione europea nei campi dell’educazione, impiego, salute e alloggi.

Le apparecchiature digitali sono troppo costose per i piccoli cinema indipendenti ed e’ quindi difficile per loro essere al passo della rivoluzione digitale, hanno dichiarato i parlamentari in una risoluzione. Hanno richiesto particolari contributi comunitari per aiutarli ad investirli nella produzione, archiviazione di film in 3D, televisione ad alta definizione e tecnologie Blue-Ray.

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati