Home > esclusa da homepage, Senza categoria

Intervento di Elena Montani

Elena Montani, rappresentante in Italia della Commissione Europea.

L’intervento è suddiviso in due parti. La prima parte traccia un quadro del Libro Verde, la seconda fa un’analisi dei contributi.

Il Libro Verde è nato per l’importanza economica del settore, che dà lavoro a 5 milioni di europei e che ha conosciuto una crescita del 10% negli ultimi 10 anni. Rappresenta il 2,6% del Pil Eurozona. Le industrie culturali e creative non sono ancora pienamente consapevoli del loro potenziale economico,occupazionale e culturale. La Commissione sta spingendo per avere maggiori risorse in questo settore strategico.

Le industrie culturali e creative sono al centro del secondo obiettivo dell’ Agenda Europea della Cultura, che invita l’Europa a sfruttare la cultura come catalizzatore di creatività e innovazione. La posizione del Parlamento Europeo sarà illustrata dagli autorevoli membri presenti in sala.

La Commissione ha fatto un lavoro inter-settoriale, coinvolgendo tutti gli stakeholders possibili ,così come rappresentanti della società civile e la Direzione Generale Cultura.

Il Libro Verde non copre tutti i settori. Il suo obiettivo è quello di stimolare il dibattito e cercare di chiarire i requisiti fondamentali di un ambiente propizio allo sviluppo delle industrie culturali e creative.

Le sfide più importanti sono: ottenere un approccio economico e culturale e creare  legami con le altre politiche europee, con le quali è difficile interagire. E’ questa  una strategia post- Lisbona, nell’ottica di Europa 2020.

La definizione di industria culturale varia da paese a paese. Il Libro Verde cerca di mettere insieme il minimo comune denominatore.INDUSTRIA CULTURALE: produce o distribuisce quei beni o servizi che abbiano per carattere, uso o scopo incorporano o trasmettono espressioni culturali (film,dvd,stampa,radio).INDUSTRIA CREATIVA: ha la cultura come Input e una funzione come Output. Ad esempio il design grafico, la moda, la pubblicità e l’architettura.

Tra le sfide maggiori ci sono la globalizzazione e la digitalizzazione, che costituiscono un’opportunità  difficile da cogliere, specie per  le PMI .

Obiettivi del Libro Verde:sperimentazione e innovazione,sviluppo competenze,accesso ai finanziamento (di particolare difficoltà per le PMI),favorire la mobilità di operatori della cultura e best practices.

Si postula anche che attraverso la creatività vi sia educazione alla ricerca e un rafforzamento del tessuto sociale.

Il Libro Verde è stato adottato il 27 Aprile, la fase di consultazione si è conclusa alla fine di luglio. La Direzione Generale sta ora facendo un’ analisi dei contributi.

Entro fine anno sarà elaborato uno Staff Working Paper con analisi e proposte , per le successive determinazioni della Commissione.A breve ci saranno altri 2 studi : “Il contributo della Cultura allo sviluppo economico locale e regionale “(fondi strutturali europei) e “Dimensione dell’Imprenditorialità” ( bisogni della PMI, barriere di accesso, finanziamenti).

Si fa largo la convinzione che servano spazi maggiori tra Istituzioni e industrie, nonchè partenariati transnazionali tra pubblico e privato. Si auspica inoltre un miglioramento delle competenze digitali , attraverso l’impiego di Fondi strutturali . Si lamenta la mancanza di informazioni sulle varie opportunità di mercato , e la mancanza di competenze imprenditoriali. E’ doveroso ricordare il ruolo centrale della normativa sullo sfruttamento del diritto d’autore (copyright).

Condividi:

    1 commento for “Intervento di Elena Montani”

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati