Home > Primo piano

“Il voto dei cattolici non và sottovalutato”

intervista di Fabiana Cusimano

Silvia nell'aula del Parlamento  europeo a Bruxelles«Che ci sia un pluralismo nel voto dei cattolici è ormai evidente a tutti e da molto tempo. Ma non sottovaluterei in alcun modo il loro impatto sull’elezione regionale del Lazio».  Ne è convinta Silvia Costa, europarlamentare del Pd ed ex assessore regionale all’Istruzione, diritto allo studio e formazione della Giunta Marrazzo. «Dalla fine dell’esperienza della Democrazia cristiana – afferma – i cattolici si sono orientati in modo abbastanza plurale. C’è infatti chi trova delle ragioni per stare anche in schieramenti diametralmente opposti. Ma, detto questo, ritengo che a guidarli ci sia ancora un senso di appartenenza, di forte riconoscimento in alcuni valori fondamentali».

Onorevole, molti sostengono che oggi i cittadini scelgono i propri leader in base alle convinzioni personali e non alla fede. Lei cosa ne pensa?

Diciamo che i cattolici votano in modo più libero rispetto ai programmi, rispetto al fatto che c’è una secolarizzazione e al fatto che non esiste un partito nel quale possano riconoscersi tout court. Però, ritengo che proprio in questo momento storico c’è una potenzialità fortissima dei valori che i cristiano-democratici hanno saputo mettere alla base della loro storia politica, e che oggi possono dare un futuro di convivenza a tutti. Quindi mi auguro che in tutte le formazioni politiche ci si riconosca in questi valori, di cui c’è un gran bisogno per ridare un futuro a questo paese e anche all’Europa.

Quale dovrebbe essere in questo senso il ruolo dei politici-cattolici?

Dovrebbero semplicemente fare lo sforzo di non essere agnostici e rinunciatari.

Giorni fa ha contestato apertamente la scelta del Pd di candidare Bonino. Ritiene ancora che sia stato uno sbaglio?

Sì. Contesto il metodo molto semplicistico con cui è stata fatta questa scelta, la non consapevolezza che al di là di alcune battaglie che perfino io ho condiviso (sui diritti umani, ad esempio), ci sono delle contraddizioni dal punto di vista culturale che adesso noi rischiamo di accentuare. Bonino è stata un ottimo ministro del governo Prodi, ma cosa ben diversa è affidarle la presidenza di una coalizione senza avere prima definito con lei, democraticamente, i punti e i  vincoli programmatici che noi vogliamo esprimere. Questo mi è sembrato e mi sembra davvero inaccettabile.

Ma non crede che si stia strumentalizzando un po’ troppo la questione del voto cattolico? In fondo il confronto tra le due candidate è molto laico…

Beh, mi pare che l’abbia strumentalizzata la stessa Polverini nel momento stesso in cui ha subito voluto mettere in chiaro che lei si sente rappresentante dei valori del mondo cattolico. In politica, invece, l’importante è che questi valori siano presenti all’interno dei programmi e delle priorità che si indicano più che nell’appartenenza stretta. Ognuno di noi, poi, personalmente risponde alla propria coscienza.

Nonostante le divergenze con Bonino, lei farà comunque la sua parte in questa campagna elettorale?

Assolutamente sì. Sto lavorando insieme a persone d’ispirazione cattolica e ad altri colleghi del Pd ad un contributo programmatico, che presenteremo tra qualche giorno e che metterà in evidenza le nostre priorità, richieste e proposte per la Regione e la coalizione. Un contributo costruttivo, insomma, in vista di un programma condiviso con la presidente. Perché il pericolo maggiore in questo momento è che la destra torni ad amministrare la Regione. Una destra che non è centrodestra, e che ha un po’ smarrito il senso della comunità.

L’intervista è stata pubblicata il 4 febbraio 2010 dal quotidiano “La Discussione”

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati