Home > esclusa da homepage, Immigrati

Il resoconto della presentazione del rapporto dell’European Migration Network

Si è svolto oggi a Roma il convegno “Il Rapporto nazionale dell’ European Migration Network – Minori non accompagnati-Rimpatri assistiti- Richiedenti asilo-“, organizzato dal Centro Studi e Ricerche Idos/Dossier Statistico Immigrazione, agenzia di supporto del Ministero dell’ Interno nel programma comunitario “European Migration Network”.

Sono intervenuti  padre Federico Lombardi, direttore di Radio Vaticana, il prefetto Angelo Malandrino, Ministero dell’Interno, direttore Politiche per l’Immigrazione e l’Asilo – Dip. Libertà Civili e Immigrazione. Ha presentato una relazione il vice prefetto Maria Grazia Colosimo, Ministero dell’Interno/ EMN Punto di contatto nazionale  ed  Antonio Ricci, del Centro Studi Idos/ EMN Punto di contatto nazionale
Virginia Costa, Anci: I minori stranieri non accompagnati, Giulia Falzoi, dell’OIM: I rimpatri assistiti padre Giovanni La Manna, Centro Astalli: I richiedenti asilo. Le conclusioni sono state tratte da mons. Giancarlo Perego, direttore generale della Fondazione Migrantes.  A coordinare i lavori  Franco Pittau, del Centro Studi e Ricerche Idos/Dossier Statistico Immigrazione.

Nell’introduzione padre Federico Lombardi, direttore di Radio Vaticana, ha ricordato l’ attenzione – definita “concreta”- della Chiesa e del Santo Padre  rispetto alle tematiche legate alle migrazioni, con particolare riferimento all’enciclica “Caritas in Veritate“, ribadendo la necessità di “essere voce per chi non ha voce”.

L’ Immigrazione per l’ Europa è una grande opportunità- dice il prefetto Angelo Malandrino-  che trova le proprie basi giuridiche nel trattato istitutivo  della U.E. e nel recente trattato di Stoccolma, atte a garantire eque condizioni, il principio di non discriminazione, la parità di diritti tra immigrati e cittadini degli Stati membri, la lotta ad ogni forma di discriminazione. Gli interventi in via di attuazione si concentrano sui fronti del lavoro – con progetti di qualificazione professionale per gli immigrati che hanno perso il lavoro-, dell’ alfabetizzazione e orientamento civico – al via 40 puntate dedicate sulla RAI-, della scuola e della formazione – fenomeno sempre più preoccupante oggi quello dell’ abbandono scolastico-.

Il Vice prefetto Maria Grazia Colosimo illustra le funzioni e le strutture dell’ EMN (Rete Europea per le Migrazioni), istituito nel 2008 con la decisione del Consiglio n° 381, il cui obiettivo “ è soddisfare l’esigenza di informazione delle istituzioni comunitarie e delle autorità e istituzioni degli Stati membri sulla migrazione e sull’asilo, fornendo al riguardo informazioni aggiornate, oggettive, affidabili e comparabili nell’intento di sostenere l’iter decisionale dell’Unione europea

in questi settori.” La Rete Europea sulle Migrazioni (EMN) è chiamata a fornire tali informazioni anche all’opinione pubblica. (L 131/8 IT Gazzetta ufficiale dell’Unione europea 21.5.2008).

Composta dalla Commissione Europea e dai “punti di contatto nazionale” – uno per Stato – ha come referente in Italia il Ministero dell’Interno e, su segnalazione della Caritas Italiana, il Centro Studi e Ricerche Idos. La Rete ha prodotto ad oggi 11 studi di cui 3 nel 2009 su minori non accompagnati, protezione umanitaria e rimpatrio assistito – tutti consultabili sul sito http://www.emnitaly.it/-.

Fondamentale anche il tema del “ritorno volontario assistito”, trattato dalla dott.ssa Falzoi (OIM), favorito, rispetto al cosiddetto “rimpatrio forzato” dalla nuova direttiva europea del 2008, direttiva non ancora recepita dalla legislazione italiana – in Italia infatti, il reato di clandestinità istituito dalla Bossi-Fini impedisce di fatto agli immigrati irregolari di avvalersene, obbligandoli così al rimpatrio forzato.

Gioia Farnocchia

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati