Home > Articoli e interventi, Cultura, Turismo, Via Francigena

“Festival 2012, un altro passo per la crescita del progetto”

Ecco il testo del messaggio inviato dall’europarlamentare Silvia Costa e diffuso in occasione della presentazione del “Via Francigena Collective Project 2012” avvenuta a Roma il 30 maggio 2012 nella sala Imperatori dell’associazione Civita.

In queste ore sono impegnata a Bruxelles nei lavori della Commissione  Cultura al Parlamento Europeo, ma avrei tanto voluto essere qui con voi alla presentazione dell’ edizione 2012 del  Festival delle Vie Francigene, che so essersi arricchito di una larghissima partecipazione di enti locali e che si estende anche negli itinerari del sud, fino alla Puglia per giungere a Gerusalemme. Recentemente a Minturno ho partecipato all’ iniziativa promossa dall’ Associazione “Gruppo dei 12”  insieme alla Provincia di Latina, i Comuni del percorso fino a Roma e la comunità montana, a confermare che si sta rafforzando quel progetto di collaborazione inter istituzionale insieme alle associazioni nel quadro di uno dei due principali grandi itinerari culturali europei.

Sono molto lieta di sapere della presenza tra voi anche del progetto delle vie Romee, in una logica di sistema degli itinerari culturali e spirituali che costituiscono davvero una nuova filosofia di uno sviluppo territoriale basato sulla valorizzazione del patrimonio culturale, storico, artistico, paesaggistico e spirituale ma anche sulla innovazione e una nuova occupazione di qualità nel comune orizzonte europeo.

E’ questa la motivazione più profonda del mio impegno di questi anni in Parlamento Europeo per sostenere e far crescere la rete degli itinerari e il progetto delle vie Francigene.

Ricordo le tappe più importanti di questa azione:

- nel 2010 ho promosso in Parlamento Europeo il rilancio del progetto degli itinerari culturali Eu, e in particolare della francigena, creando una  forte sinergia tra Parlamento Europeo, Consiglio d’ Europa e Commissione Europea che ha portato a due importanti risultati:

1- la stipula dell’ accordo parziale tra Commissione e Consiglio d’ Europa e Governo  Italiano, annunciata nella prima conferenza europea  del turismo dedicata agli itinerari culturali europei dal commissario Tajani.

2- L’ approvazione nelle  Commissioni  Cultura, Trasporti e Turismo e Bilancio della mia proposta di “ Azione Preparatoria” dedicata agli itinerari culturali che ha stanziato  per il 2011 1, 2 Milioni di euro e che ha visto tra i vincitori del primo bando nel 2012 il progetto “per Viam”, presentato come capofila dall’Associazione Europea per le Vie Francigene e che ha visto una larga partecipazione e partenariato, come da me incoraggiato nella mia iniziativa fatta a Roma nel febbraio 2011.

Il Festival della Via Francigena è diventato perciò anche una delle 7 azioni previste dal progetto “Per Viam” e ne sono davvero felice.

Questo progetto tende sia a rafforzare la governance del sistema Francigena, attraverso un più forte coordinamento delle 14 regioni europee attraversate dalla Francigena che a realizzare una piattaforma tecnologica con tutti i dati dell’itinerario nonchè altre importanti azioni di implementazione.

Si tratta di un’ azione strategica che si colloca in una fase molto delicata e importante degli itinerari culturali europei, sottoposti in questi mesi ad una valutazione, da parte del Consiglio d’ Europa, che ne ha revocati sette su ventinove. Tale valutazione riguarderà prossimamente anche la Francigena per verificare se sussiste la condizione essenziale dell’ attivo coinvolgimento di almeno tre  stati. La sfida è quindi di mantenere e rafforzare sempre la caratteristica di itinerario Europeo, superando rischi di localismo e frammentazione.

Proprio in questi giorni è uscito il Bando 2012, in base alla nuova Azione Preparatoria sui Prodotti Turistici e Interculturali che abbiamo votato in Parlamento, su mia proposta, con prospettiva triennale.

Si tratta di una novità importante, dopo la sperimentazione del primo anno, perchè alla fine del triennio questa azione può diventare una vera e propria linea di bilancio dell’ Unione Europea, purchè confermata ogni anno. Ho ripresentato in Commissione Cultura la seconda annualità di tale azione preparatoria e ho buone speranze che venga approvata.

Come vedete, nonostante non possa essere oggi con voi, il mio impegno continua e il progetto europeo delle Vie Francigene e degli Itinerari Culturali è sempre nel mio cuore… e anche quest’ anno organizzerò la nostra passeggiata francigena con i Parlamentari europei.

Come forse sapete sono stata nominata relatore del programma pluriennale 2014-2020 “ Europa Creativa” che riunisce i programmi cultura, industrie culturali e creative e Media.

Presenterò la relazione il 10 ottobre e sto procedendo alla consultazione di tutti gli stakeholders. Sto lavorando in due direzioni:

1-      Inserire più fortemente l’ attenzione alla valorizzazione del patrimonio culturale, materiale e immateriale dell’ Europa e quindi degli itinerari.

2-      Sensibilizzare il Parlamento sulla dimensione orizzontale della cultura di tutti i Programmi, anche attraverso specifici emendamenti ( alcuni già da me presentati) al programma pluriennale per i Fondi Strutturali Europei  -  dove la cultura non  è tra le priorità strategiche nel testo della Commissione-  e nel programma Horizon 2020 – dov’ è stato cancellato l’ unico programma dedicato al Cultural Heritage, a guida italiana-.

Chiedo alle Regioni e agli Enti locali presenti, che sono rappresentati in Europa dal Comitato delle Regioni, nonché alle Associazioni, di sostenere con forza questa azione.

Naturalmente ho sensibilizzato i Ministeri italiani interessati e posso dirvi che sia il Ministro Ornaghi che il Ministro Profumo nei Consigli dei Ministri europei della Cultura e dell’ Educazione hanno sostenuto questa prospettiva.

Ringrazio ancora Civita per l’ospitalità e l’impegno. In attesa di incontrarci lungo la via Francigena, vi saluto con amicizia

Silvia Costa

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati