Home > Primo piano

Il Consiglio dei ministri ha adottato la nuova direttiva contro la tratta degli esseri umani

Esprimo grande soddisfazione per l’adozione nell’ultimo Consiglio dei ministri della direttiva contro la tratta degli esseri umani che va a sostituire la decisione quadro del 2002 e che sarà applicata a tutti gli Stati membri ad eccezione della Danimarca e dell’Inghilterra. Si tratta di un’importante normativa che definisce regole comuni minime che concernono la definizione del reato, il livello delle sanzioni nell’ambito della tratta. Le nuove rafforzano la prevenzione del crimine e soprattutto mettono al centro una protezione maggiore delle vittime anche sostenendo e riconoscendo l’attività delle ONG in questo campo.

Questa direttiva costituisce la prima applicazione del nuovo Trattato di Lisbona per quanto attiene l’area giustizia, sicurezza e lotta alla criminalità perchè vede esplicate le nuove competenze del Parlamento a cui una direttiva non è più sottoposta solo per un parere ma ha svolto con grande determinazione il suo ruolo di co-legislatore insieme al Consiglio e alla Commissione.

La direttiva prevede pene che vanno dai 5 ai 10 anni di carcere e aggravanti che riguardano offese commesse su vittime particolarmente vulnerabili, come ad esempio i minori, l’offese commesse nell’ambito di organizzazioni criminali o nel caso in cui si registrino gravi negligenze che mettono a rischio la vita delle vittime, o se è stata usata una violenza particolarmente grave causa di serie conseguenze sulla vittima.

Sono state ricepite alcune proposte importanti che con miei emendamenti e del gruppo S&D come, ad esempio, quella che non consente di perseguire penalmente la persona vittima di tratta se ha violato leggi migratorie come conseguenza del traffico. Inoltre, viene riconosciuto anche il principio, che però va più esteso, del soggiorno umanitario, che attualmente riguarda solo quanti collaborano con la giustizia. Noi, come già annunciato, vorremmo una nuova direttiva che preveda, come in Italia per effetto dell’art. 18 della legge Turco-Napolitano, che possano essere protette col soggiorno umanitario anche le persone che non hanno ancora la forza di collaborare con la giustizia ma che intendono semplicemente uscire dalla schiavitù.

La direttiva inoltre rafforza i rapporti fra Eurojustice ed Europol sia nelle investigazioni che nella giurisdizione comune, stabilisce chi deve perseguire giuridicamente i reati quando vengono commessi interamente o in parte nel territorio di uno Stato membro, e prevede forme di assistenza, sostegno e protezione e anche compensazione delle vittime. Per la prima volta si introduce una fattispecie che ho chiesto insieme alla collega Rita Borsellino, e cioè che vengano sequestrati i beni ai criminali e che questi beni vengano utilizzati per sostenere ulteriori forme di sostegno ed assistenza alle vittime.

Infine, fatto importantissimo, è prevista l’istituzione di un coordinatore europeo per la prevenzione, l’informazione e la formazione continua di chi è impegnato nella lotta alla tratta ed anche per il coordinamento degli Stati membri che sarebbe opportuno istituissero anch’essi un ufficio anti tratta ed un coordinatore. Spero che il governo italiano si adegui prontamente costituendo un punto di riferimento autorevole per tutto quel mondo, associativo, di Enti Locali, di persone, laici e religiosi, che ogni giorno combattono la tratta degli esseri umani.

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati