Home > Cultura, esclusa da homepage

Il Consiglio approva il lancio della negoziazione sull’accordo di libero scambio con gli Stati Uniti

Il Consiglio in data venerdì 14 giugno ha adottato il mandato per la Commissione a negoziare un accordo generale di libero scambio e investimento con gli Stati Uniti, il cosiddetto “partenariato di scambio e investimento transatlantico” (transatlantic trade and investment partnership, TTIP).

 

Il mandato è composto da una decisione del Consiglio e da una decisione dei rappresentanti degli Stati membri che autorizzano l’apertura dei negoziati, assieme alle direttive per la negoziazione dell’accordo. Le direttive prevedono un accordo composto di tre componenti fondamentali: l’accesso al mercato; i problemi inerenti alla regolamentazione e le barriere non doganali; le regole.

 

Il Consiglio ha convenuto che i servizi audiovisivi non vengano coperti dal mandato, ma che la Commissione ha l’opportunità di fare raccomandazioni su mandati negoziali addizionali.

 

L’UE è adesso pronta a lanciare i negoziati con gli Stati Uniti. La Commissione negozierà per conto dell’Unione e dei suoi Stati membri, tenendo regolarmente informati e aggiornati la Commissione per le Politiche Commerciali e il Parlamento Europeo. L’accordo finale sarà concluso dal Consiglio e dagli Stati membri non appena ottenuto il ‘consenso’ del Parlamento Europeo.

 

L’UE è il più grande partner commerciale degli Stati Uniti, mentre gli USA sono per l’Unione il secondo maggior partner commerciale, con il 17,6% e il 13,9% rispettivamente del commercio reciproco di beni nel 2011. Messi assieme, l’UE e gli USA ammontano a quasi metà del PIL mondiale, e ad un terzo del commercio mondiale totale.

 

Secondo una valutazione d’impatto della Commissione, un accordo commerciale omnicomprensivo sugli scambi commerciali e gli investimenti potrebbe aumentare il PIL dell’UE  di un valore compreso tra lo 0.27% e lo 0.48% ed il reddito lordo europeo fino ad un ammontare di 86 miliardi di euro.

La decisione di negoziare scaturisce dalle raccomandazioni di un gruppo di lavoro di alto livello su lavoro e crescita, istituito a seguito di un summit UE-USA nel novembre 2011 a Washington DC. Il gruppo di lavoro punta a identificare opzioni per aumentare scambi e investimenti.

Co-presieduto dal rappresentante degli scambi commerciali, Ron Kirk, e dal Commissario europeo per il commercio, Karel de Gucht, ha pubblicato il suo rapporto finale nel febbraio 2013.

In febbraio il Consiglio europeo ha esortato la Commissione ed il Consiglio a seguire le raccomandazioni del gruppo di lavoro senza ulteriori ritardi, ovvero durante l’attuale periodo di presidenza irlandese.

I negoziati si impegneranno a fondo per raggiungere un accordo ambizioso ed omnicomprensivo che interessi un ampio spettro di questioni legate agli scambi e agli investimenti bilaterali, includendone anche gli aspetti regolamentari, al fine di conseguire un accesso al mercato che vada al di là dei compromessi sinora ottenuti da precedenti accordi commerciali UE-USA. La rimozione di inutili barriere regolamentari e non doganali costituirà quindi l’obiettivo chiave.

 

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati