Home > Plenaria

Il budget UE al centro della plenaria di questa settimana

A pochi giorni dal vertice di giovedì sul budget dell’UE per il periodo 2014-2020, questa settimana il Parlamento dovrà inviare un segnale forte agli Stati membri. I deputati riceveranno il presidente francese François Hollande sul quadro finanziario pluriennale, il Mali e l’equilibrio austerità-crescita.

 

I deputati discuteranno del bilancio comunitario 2014-2020 con la Presidenza irlandese e la Commissione europea, mercoledì dalle 9. Gli Stati membri saranno avvertiti che se i tagli alla proposta iniziale saranno aumentati, le possibilità di ricevere il necessario assenso del Parlamento diminuiranno di conseguenza. Gli Stati membri proveranno ancora a raggiungere un compromesso sul quadro finanziario pluriennale (MFF) il 7 e l’8 febbraio, dopo non esserci riusciti al summit dello scorso novembre. I deputati chiederanno più flessibilità nello spostamento dei fondi da un capitolo di spesa all’altro, oltre a un’adeguata base finanziaria.
Il Presidente della Repubblica francese François Hollande discuterà del futuro dell’Unione europea e dell’Eurozona, della crisi economica e del bilancio europeo 2014-2020 con i leader dei gruppi politici e il presidente della Commissione José Manuel Barroso, martedì dalle 10 e 30. François Hollande è stato deputato europeo nel 1999.

Il budget europeo avrà un impatto sulla crescita, il lavoro e la coesione sociale in molti Stati membri. Giovedì il Parlamento voterà due rapporti sul tema: uno della commissione al Lavoro e l’altro della commissione agli Affari economici.
I due rapporti verranno discussi martedì pomeriggio.

Per garantire l’accesso dei pazienti a trattamenti medici più convenienti, il progetto di legislazione in votazione martedì introduce maggiore trasparenza e limiti precisi entro i quali i Paesi dell’UE devono decidere su prezziario e rimborso delle medicine. In questo modo, sarebbero anche rimosse le barriere che impediscono ai medicinali, specialmente quelli generici, di essere immessi sul mercato. Il voto è previsto mercoledì.
La nuova politica europea di pesca deve essere sostenibile: è quanto sosterranno i deputati durante la votazione di mercoledì su un progetto radicale di riforma. Si vuole così fermare la pesca intensiva, ritenuta il peggior fallimento dell’attuale politica comune della pesca (PCP), e vietare lo scarico a mare di pesci già morti. al voto mercoledì.

I limiti per i rumori dei veicoli a motore dovrebbero essere drasticamente abbassati per proteggere la salute dei cittadini europei, secondo un disegno di legge che sarà votato mercoledì. Questa legge introdurrebbe anche un sistema per l’etichettatura del livello di rumore per le nuove auto e stabilirebbe gli standard per rendere le vetture elettriche udibili dai pedoni. Al voto mercoledì.

Sempre mercoledì Moncef Marzouki, Presidente della Repubblica tunisina, interverrà in Plenaria mercoledì a mezzogiorno. L’assemblea costituente della Tunisia ha presentato a gennaio, in ritardo, un progetto per la nuova costituzione, provocando dubbi e preoccupazione sul ruolo della religione e i diritti delle donne.

 

Per saperne di più:

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati