Home > Cultura, Primo piano

“Europa creativa” presentata da Silvia Costa (S&D) al Festival del Cinema di Karlovy Vary

Festival del Cinema di Karlovy VaryEcco l’intervento dell’europarlamentare PD/S&D Silvia Costa di ieri a Praga nel corso della presentazione del programma “Europa Creativa” al Festival internazionale del Cinema di Karlovy Vary.

 

Cari amici,
sono davvero emozionata e felice di  partecipare al famoso e storico Festival del Cinema di Karlovy Vary e di venire per la prima volta nella mia vita a Praga, dopo averla molto amata da lontano, attraverso la letteratura (da Kafka ad Hasek, da Kundera a Petra Hulova).  Ma anche seguendo le vicende  della Primavera di Praga e della sua brutale repressione nel ’69,  poi attraverso Carta77 e la testimonianza di oppositori politici rifugiatisi a Roma come Jiri Pelikan e quindi  fino alla rivoluzione di velluto e alla voce libera, limpida e poetica di Vaclav Havel, grande europeo e coraggioso democratico.

La storia della cultura e del cinema europeo non potrebbe essere scritta senza ripercorrere la storia della vostra cinematografia, dagli  esordi ai primi del ’900 alla  nouvelle vague degli anni Sessanta agli autori contemporanei. I vostri registi hanno dato un contributo straordinario, anche nei periodi bui, alla cultura e all’immaginario europeo e internazionale: da Milos Forman a jiri Menzel a Ivan Klima, da Bodan Slama a Petr Selenka, da Tomas Lunak a Jan Sverak.

Prima di illustrarvi brevemente il programma Europa Creativa, di cui sono relatrice in Parlamento europeo, desidero accennare a due ricordi personali. Nel  giugno 1968 mio padre Giuseppe Costa partecipò come capo delegazione della Rai Tv, la tv pubblica italiana, alla quinta edizione del Festival della televisione di Karlovy Vary, e tornò in Italia raccontandomi emozionato dei suoi incontri con i colleghi e gli intellettuali della Primvera di Praga e delle speranze e battaglie ideali che il cauto riformismo di Dubcek avevano animato. Un anno dopo, fu per tutti noi particolarmente drammatica la notizia della brutale repressione simboleggiata dai carri armati sovietici che violavano Praga.

Nel novembre del ’69 al mio primo anno di università, organizzai una grande manifestazione all’indomani del sacrificio di Jan Palach sulla piazza Venceslao, la cui lapide oggi ho onorato, con grande  commozione.
Due ricordi che mi sono molto cari perché hanno certamente contribuito alla scelta di impegno politico per la democrazia, la libertà e soprattutto per l’autonomia e il pluralismo della cultura e dell’arte in Italia e in Europa.

 

 

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati