Home > Europa Creativa

Europa Creativa: 20 febbraio votazione in comm. Cultura del PE, in plenaria a marzo

Si tratta di uno dei programmi faro per la cultura in Europa, “tra i più amati e conosciuti non solo tra gli operatori ma anche tra i cittadini”, afferma l’europarlamentare italiana Silvia Costa

Prosegue in commissione Cultura del Parlamento europeo la discussione su Europa Creativa 2021-2027. In esame gli oltre 500 emendamenti presentati al programma che sarà votato in commissione Cultura del PE il 20 febbraio per approdare in plenaria probabilmente nella seconda tornata di marzo. Si tratta di uno dei programmi faro per la cultura in Europa, “tra i più amati e conosciuti non solo tra gli operatori ma anche tra i cittadini”, ha affermato l’europarlamentare italiana Silvia Costa, relatrice del programma, durante la prima riunione del 2019 della commissione cultura dell’Europarlamento.

RICONOSCERE IL VALORE INTRINSECO DELLA CULTURA

Costa ha ribadito la richiesta – condivisa da tutto il Parlamento – di raddoppiare il budget per Europa Creativa rispetto alla dotazione attuale portandolo così a 2,8 miliardi di euro. “Vogliamo dare un più forte riconoscimento al ruolo e al valore intrinseco della cultura” senza tralasciare “la competitività del sistema creativo europeo anche a livello internazionale”, prosegue Costa. Nell’ambito della sezione Cultura di Europa Creativa si spinge per rafforzare la promozione dell’espressione della creazione artistica, il nuovo programma di mobilità, la crescita dei settori culturali e creativi e la dimensione internazionale del programma. Per quanto riguarda la sezione Media è stata inserita e condivisa la volontà di tutelare anche gli archivi dell’audiovisivo.

Nella sezione Transettoriale è richiesta una maggiore attenzione agli approcci innovativi. Su una questione bisogna invece “trovare ancora una definizione migliore – sottolinea l’europarlamentare -: vorremmo che i criteri di valutazione dei progetti fossero più esigenti”. Sulla questione dello strumento di garanzia, “abbiamo fatto un ottimo lavoro definendo con precisione obiettivi e specificità del settore”. C’è poi “una questione da dirimere – continua Costa -. Ho proposto che ci sia una raccolta dati significativa dei settori culturali e creativi, un vero e proprio osservatorio. Il tema è condiviso ma le soluzioni proposte sono diverse. Dobbiamo trovare un punto di equilibrio”.

(AgCult)

Condividi:

    Scrivi un commento

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2018 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Accedi