Home > Dal Parlamento Europeo

Ecofin, una nuova tappa per una governance economica più forte

moneta-euroUscire dalla crisi economica significa ridare speranza alle giovani generazioni di poter trovare un lavoro, riportare entusiasmo e soldi da investire nelle casse delle imprese e assicurare un’opera di democratizzazione dei mercati finanziari.

Se ne é parlato alla riunione Ecofin di Bruxelles dove la scorsa settimana si sono riuniti i ministri economici europei dando il definitivo via libera alla nuova architettura di vigilanza dei mercati finanziari fortemente voluta dal Parlamento europeo.
L’accordo sulla supervisione europea rappresenta una notizia positiva ed una tappa attesa ed importante sul cammino di rafforzamento della governance economica europea e di democratizzazione dei mercati finanziari. L’istituzione delle tre autorità di vigilanza europee, e del comitato per il rischio sistemico, risponde alla necessità di portare a livello europeo la supervisione di istituzioni e strumenti finanziari che palesemente sfuggivano ad un controllo concreto da parte delle autorità nazionali.
Ma bisogna adesso andare oltre la securizzazione dei mercati ed impegnarsi sin da subito ad una concreta “Exit Strategy” europea che per adesso continua a rimane un puzzle confuso di interventi e buoni propositi che non convince ne i mercati ne tantomeno i semplici cittadini che all’orizzonte non vedono certo rose e fiori.
Stiamo pagando il prezzo del predominio dei governi di destra in Europa e l’applicazione di ricette sbagliate per affrontare seriamente un percorso di risalita della china. Una visione distorta centrata unicamente sull’austerità di bilancio e sull’introduzione di nuove sanzioni per i Paesi che gestiscono male le proprie finanze, ma priva di qualsiasi molla capace di rilanciare l’occupazione e gli investimenti e dare ossigeno alle imprese.
Si sta producendo un’enorme esclusione fiscale in nome di un consolidamento delle finanze pubbliche europee che rischia di rimanere fine a se stesso, con il rischio di approdare ad una situazione ancora più drammatica di quella attuale dove i tassi di disoccupazione giovanile sono arrivati a livelli mai raggiunti prima.
Assistiamo, nei principali Paesi europei, all’applicazione di riforme e tagli alla spesa che calpestano l’uguaglianza sociale e non offrono alcuna prospettiva di reale crescita.
Consiglio e Commissione sembrano ipnotizzati e fermi su se stessi. Si sbrighi Barroso a presentare una proposta per tassare le transazioni finanziarie, una scelta che aiuterebbe a creare un sistema finanziario più equo e ottenere maggiori risorse da destinare alle politiche di sviluppo. E si sbrighino i governi ad accordarsi sugli Eurobond, uno strumento che permetterebbe di raccogliere quelle risorse sui mercati finanziari necessarie per promuovere un piano europeo di investimenti capace di rivitalizzare settori strategici come le reti infrastrutturali e le energie rinnovabili e di conseguenza anche l’indice occupazionale.
È ora che la Commissione europea ed i governi escano da questo stato confusionale puntando alle reali priorità, a cominciare dal lavoro definendo un vero patto per la crescita e l’occupazione, ponendo quest’ultima come principale indice a cui guardare al momento di prendere decisioni politiche. Non possono essere solamente deficit e debito a dettare l’agenda politica.
Gianni Pittella
Vice presidente vicario del Parlamento europeo
Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati