Home > Dal Parlamento Europeo, esclusa da homepage

Ecco i punti salienti della Plenaria di Strasburgo di gennaio 2011

Strasburgo, Parlamento EuropeoComincia lunedì 17 a Strasburgo la prima seduta plenaria del Parlamento europeo del 2011. Ecco in rassegna i punti salienti.

Tra Ungheria e Belgio: il cambio alla presidenza

La presidenza ungherese, per voce di Viktor Orbán, presenterà ai deputati le priorità dei suoi sei mesi al vertice, mentre sarà il belga Yves Leterme a tirare le somme sui sei mesi trascorsi della presidenza belga. Sarà presente anche Herman Van Rompuy, presidente del Consiglio europeo, per parlare dei risultati del vertice dello scorso dicembre.

Per un’assistenza oltre frontiera: l’accordo è vicino

Il Parlamento voterà mercoledì un accordo raggiunto con il Consiglio su un progetto di legislazione sull’assistenza sanitaria oltre frontiera all’interno dell’Unione europea. L’obiettivo è quello di stabilire regole più chiare sul diritto dei pazienti europei a ricevere le cure in tutti e 27 gli Stati membri.

Bielorussia: sanzioni in arrivo?

Dopo gli scontri di dicembre, seguiti alle presidenziali, i deputati voteranno una risoluzione sulle sanzioni che l’Unione dovrebbe imporre al presidente Alexander Lukashenko e agli altri alti esponenti del governo.

UE e Serbia, un nuovo accordo

Meno ostacoli al commercio e un passo avanti verso l’ingresso nell’UE. Questo è il senso del nuovo accordo di stabilizzazione e associazione con la Serbia che sarà discusso e votato dai deputati martedì.

Adozioni internazionali in Europa: per tutelare meglio i bambini

Quali sono le misure necessarie per garantire il diritto di adozione all’interno dell’Unione? I deputati lo chiederanno alla Commissione nella convinzione che vadano tutelati i diritti di adozione dei bambini provenienti da altri Stati membri.

La Lituania e i diritti degli omosessuali in pericolo

I deputati interrogheranno la Commissione anche sul progetto di legge lituano che “potrebbe seriamente limitare la libertà di parola e di espressione”, portando a discriminazioni sulla base del sesso o dell’orientamento sessuale.

Haiti, un anno dopo il terremoto

Com’è Haiti un anno dopo?  Martedì sera i deputati faranno il punto sui risultati ottenuti nel paese colpito nel gennaio 2010 dal terremoto. A complicare la situazione anche l’uragano Tomas, l’epidemia di colera e le tensioni che hanno accompagnato le elezioni presidenziali.

La religione e la libertà di credere

In seguito alle recenti violenze contro i cristiani in Egitto, Iraq e Nigeria, il Parlamento terrà mercoledì un dibattito sulla libertà di religione, seguito dall’approvazione di una risoluzione giovedì.

Libia e UE: non diamo assegni in bianco a Tripoli

La Libia dovrà garantire una protezione adeguata ai migranti che attraversano il suo territorio e riconoscere lo status di rifugiato. Soltanto così il Parlamento darà il via libera a qualsiasi futuro accordo di cooperazione con Tripoli. Il Consiglio e la Commissione dovranno ottenere una serie di garanzie prima che un accordo di riammissione possa essere stipulato con un paese in cui i diritti umani sono sistematicamente violati.

Tunisia, i deputati discutono sugli scontri

Si discuterà anche di Tunisia, un paese sconvolto nelle ultime settimane da disordini e scontri violenti con la polizia.

Le richieste di asilo, quanto ci costano?

Quanto costano le procedure di richiesta di asilo negli Stati membri? L’Unione europea lo chiederà al Consiglio e domanderà alla Commissione di preparare uno studio comparativo sui costi delle procedure.

Crisi dei rifiuti in Campania: l’Italia rispetti le regole europee

Lo scorso marzo la Corte di giustizia europea ha condannato l’Italia per non aver realizzato in Campania una rete di impianti di smaltimento sicura per cittadini e ambiente. I deputati sono ora pronti a discutere il caso.

Cibo alla diossina: dibattito aperto nell’UE

Il cibo alla diossina scoperto recentemente in Germania, con possibili conseguenze sui paesi UE, sarà al centro del dibattito di lunedì tra deputati e Commissione europea. Nell’ultima settimana, sono stati riscontrati livelli di diossina superiori ai limiti in pollame, uova e carne di maiale.

Il caso Battisti in Parlamento

Giovedì dalle 15,00 sarà il momento dei dibattiti e del voto sui diritti umani. Oltre all’assassinio del governatore del Punjab in Pakistan e al caso iraniano di Nasrin Sotoudeh, si discuterà anche della possibile estradizione dal Brasile di Cesare Battisti.

Condividi:

    1 commento for “Ecco i punti salienti della Plenaria di Strasburgo di gennaio 2011”

    1. Renato Colone scrive:

      Il resoconto delle attività e delle iniziative in decisione è variegato ed interessante, soprattutto per chi come me, non ha una esperienza diretta degli affari che vengono trattati e decisi in un contesto sopranazionale.
      Particolarmente intressante mi sembrano due temi: “La religione e la libertà di credere” ed ancora “non diamo assegni in bianco a Tripoli”.
      Quanto al primo tema, la questione affronta alle radici le libertà essenziali che governano la civile convivenza basata sulla libertà ed il reciproco rispetto, sottolineo reciproco, delle diversità.
      Tali diversità, tuttavia, devono restare dentro i confini dell’ampia cornice dei diritti umani garantiti dalla carta costituzionale che governa ogni paese degno di esser chiamato tale.
      Di proposito ho posto l’accento sulla reciprocità, atteso, invece che in diversi paesi questa reciprocità non è garantita (cfr. da ultimo Egitto).
      Per quanto riguarda gli aiuti a Tripoli ritengo giusto ed oportuno che vadano concessi solo in ragione di assicurazioni reali circa il rispetto dei diritti umani in generale e di “rifugiato” in particolare.

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati