Home > Donne

Donne e Europa, si può fare di più

Il Parlamento deve fare più attenzione alle sue elettrici, intrappolate in un circolo vizioso in cui la ridotta rappresentanza causa uno scarso interesse e viceversa. Il 2 marzo un gruppo di esperti ha analizzato il legame tra donne e UE, concludendo che una maggiore partecipazione femminile è fondamentale. Quote rosa come soluzione?

Un’audizione organizzata da tre vicepresidenti in rosa: la greca Rodi Kratsa Tsagaropoulou, popolare, la tedesca Silvana Koch-Mehrin, liberale e la portoghese Edite Estrela, socialista. Un filo conduttore: “Avvicinare le donne all’UE e l’UE alle donne”.

Donne meno interessate degli uomini all’Europa

Cercando di identificare le cause del lievemente minore interesse delle donne rispetto agli uomini verso l’UE, diversi esperti hanno identificato un circolo vizioso: in media le donne si dichiarano meno informate sugli affari UE, hanno un’immagine meno positiva dell’Unione, ne sanno di meno, e considerano l’Europa poco rilevante nelle loro vite.

Poco rappresentate a livello politico e mediatico

Guardando poi alla partecipazione alle ultime elezioni europee, si evidenzia una percentuale minore di candidate, alle quali comunque i media tendono a dare meno risalto rispetto ai colleghi maschili.

I numeri sono chiari: le donne sono il 35% dei candidati, il 24% dei membri eletti e ricevono solamente il 19% della copertura mediatica, come dimostra uno studio condotto da Susan Balducci della University of Exeter.

Le soluzioni possibili

Per rompere il circolo vizioso, l’UE deve diventare più importante per le donne: più attenzione alle problematiche a cui il genere femminile attribuisce più rilevanza, soprattutto il sociale. Ma anche più rappresentativa: da qui l’idea delle quote rosa proposta da Edite Estrela. E infine, più comunicazione e più mediatizzazione delle donne attive nella politica UE. Non solo per parlare del loro aspetto fisico e della vita privata, ma di competenze e di programmi.

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati