- Silvia Costa - http://www.silviacosta.it -

DDL Sicurezza – Silvia Costa: Da Maroni marcia indietro a metà

“La marcia indietro sui cosiddetti ‘presidi-spia’ è stata solo parziale ed una larga fascia di famiglie immigrate non regolari rischia di essere denunciata. Nelle dichiarazioni  del Ministro Maroni in merito al Ddl Sicurezza, infatti, si parla di scuola dell’obbligo, ma non si dice nulla del  diritto di bambini immigrati agli asili nido  ed alle scuole dell’infanzia , nonché dei ragazzi non ancora maggiorenni   inseriti nella formazione professionale o nei percorsi integrati con la scuola, fuori della scuola dell’obbligo, e dei ragazzi delle superiori oltre i 16 anni. Il ministro Maroni  ed il Governo devono  chiarire questo importante passaggio del disegno di legge, che  si dimostra ancora una volta lesivo di diritti costituzionalmente garantiti, quale il diritto allo studio, e che non mette in condizioni di effettiva parità e di inclusione sociale i bambini e ragazzi stranieri che vivono in Italia.
Sottolineo  che un quarto dei bambini extracomunitari residenti sul nostro territorio è nato in Italia da genitori  stranieri, che spesso diventano ‘irregolari’ in occasione della perdita del posto di lavoro o in quanto privi di un lavoro ‘ufficiale’ e regolare.”
È quanto ha dichiarato Silvia Costa, Assessore all’Istruzione, diritto allo studio e formazione della Regione Lazio, coordinatrice della IX Commissione Istruzione della Conferenza delle Regioni e candidata del Partito Democratico alle Elezioni europee
 
 
Informazioni:
Comitato elettorale Silvia Costa
Via Goito, 39 – Roma
Tel. 06 49771393 / 06 44362947 / 06 44703088
Ufficio stampa  340 6727065

Condividi: