Home > Dal Parlamento Europeo, News, Plenaria

Dal rating al lavoro giovanile, i risultati della plenaria di gennaio

Durante la sessione plenaria di gennaio, il Parlamento ha sostenuto il rafforzamento delle norme per le agenzie di rating e i progetti europei per la lotta alla disoccupazione giovanile. All’ordine del giorno il lavoro svolto nel 2012 dalla presidenza cipriota e le priorità per il 2013 di quella irlandese, la situazione in Siria e Mali. I deputati hanno anche votato a favore di un accordo di cooperazione tra UE e Iraq. Oltre ad aver richiesto la mutualizzazione del debito sovrano.

La creazione di lavoro e la lotta alla crisi in Europa saranno le priorità principali dell’Irlanda durante il prossimo semestre alla presidenza del Consiglio dell’Unione europea, ha dichiarato il premier irlandese Enda Kenny.

Il Parlamento ha approvato delle nuove regole per ridurre l’eccessivo affidamento ai rating su debito sovrano e operatori finanziari. Secondo la nuova legislazione, le agenzie dovrebbero poter emettere rating non richiesti sul debito sovrano solo in periodi specifici e, per prevenire i conflitti d’interessi, si dovrebbe fissare un tetto alle quote azionarie che le agenzie di rating possono possedere negli enti di cui devono stilare la valutazione.

I deputati di tutti i gruppi politici si sono congratulati con il lavoro svolto dalla Presidenza Cipriota nel 2012, sottolineando alcune preoccupazioni relative alla situazione economica e politica dell’isola.

“Solo attraverso la coesione sociale possiamo mantenere la pace”, ha dichiarato il Cancelliere austriaco Werner Faymann durante un dibattito sull’avvenire dell’Unione europea.

I deputati hanno richiesto alla Commissione di esplorare tutte le piste possibili per una mutualizzazione del debito sovrano. Sostenendo anche l’idea di un Fondo europeo di solidarietà per garantire la stabilità nell’Eurozona.

Voto a favore della “garanzia per i giovani” che intende assicurare a tutti i cittadini legalmente residenti nell’UE sotto i 25 anni di età e ai neolaureati under-30 una buona offerta di lavoro, un nuovo percorso di studi o un periodo di apprendistato entro quattro mesi dall’inizio della disoccupazione.

I deputati hanno sostenuto l’azione militare della Francia, sottolineando che il Mali non deve cadere nelle mani dei terroristi.Per quel che riguarda la Siria, i deputati hanno considerato che le strategie europee e internazionali sono stati ineffiaci.

Il Parlamento ha votato a favore di un accordo commerciale e di cooperazione con l’Iraq, che permetterà anche la promozione della democrazia e i dirittiumani nel paese.

L’UE deve opporsi alla biopirateria. La relazione della deputata francese dei Verdi, Catherine Grèze vuole assicurare che i paesi in via di sviluppo possano beneficiare delle proprie risorse genetiche e del proprio sapere tradizionale.

La Commissione europea sta progettando di ritirare le regole proposte sul “made in” nelle etichette dei prodotti importati nell’UE, come vestiti o scarpe. ll PE ha votato contro questa proposta.

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati