Home > Cultura, Dal Parlamento Europeo

Cultura ed educazione, approvati a Strasburgo 4 importanti rapporti

“Se l’Italia vuole rimanere competitiva in Europa e ottenere frutti dal suo straordinario patrimonio, è necessario che allunghi il passo anche nel campo della cultura e dell’educazione”. Questo il commento di Silvia Costa, europarlamentare del PD/S&D, componente  della Commissione Cultura del Parlamento europeo, al termine dell’approvazione, nella tarda mattinata di oggi, a Strasburgo, di quattro risoluzioni rilevanti per il nostro Paese.

“Le nuove generazioni – ha affermato Silvia Costa – sono al centro della strategia Europa 2020, che mira ad una crescita inclusiva, sostenibile, intelligente. Oggi i giovani che non terminano gli studi tra i 15 e i 18 anni sono il 10% in Europa e il 19%in Italia, e la percentuale della disoccupazione giovanile è del 21% in Europa e del 29% in Italia. Sono dati drammatici, che il Rapporto “I giovani in movimento” vuole contrastare, rafforzando lo sportello EURES per il lavoro ed agevolando tutti in giovani – e non solo un gruppo privilegiato- perché facciano esperienze di studio e di lavoro all’estero, con mobilità effettivamente garantita. La delegazione italiana del PD nel Parlamento europeo si è battuta per aumentare i fondi a disposizione di Erasmus.”

“Nella prima infanzia – ha continuato l’europarlamentare illustrando gli altri provvedimenti -  è ancora possibile contrastare con efficacia i gap psicologici e cognitivi dei bambini: nella sua relazione “Apprendimento durante la prima infanzia”, già nel 2002 l’Europa si è impegnata ad offrire adeguati servizi alla prima infanzia per non meno del 33% dei bambini da 0 a 3 anni; l’Italia offre oggi questi servizi al 15% dei bambini di quell’età, con grandi disparità tra le Regioni”.

“E ancora, l’Unione europea, con il contributo determinante del gruppo S&D, a cui aderiscono i parlamentari PD, nel Rapporto “Dimensione culturale esterna dell’UE” chiede agli Stati membri di rafforzare la dimensione culturale della politica estera, come vera e propria diplomazia culturale che anticipa e accompagna le relazioni verso i Paesi terzi. Purtroppo, ancora una volta, la decisione del Governo italiano di depotenziare la Direzione generale della Cooperazione culturale in seno al Ministero degli Affari va in direzione opposta”.

Il quarto Rapporto approvato oggi intende “Sbloccare il potenziale delle industrie creative e culturali”.  Silvia Costa commenta: “La cultura, anche nella sua dimensione digitale, potrebbe essere il motore d’Italia e d’Europa. Il rapporto prevede per le ICC- rilevanti sul piano culturale quanto su quello economico- il riconoscimento a pieno titolo dello status di PMI per l’accesso al credito, il sostegno dello start-up, le tutele lavorative e gli ammortizzatori sociali, una formazione piu’ specifica, nonchè l’introduzione di strumenti finanziari innovativi, sapendo che il capitale dei creativi è spesso costituito da valori intangibili e tuttavia determinanti per l’innovazione di tutta la società e delle altre imprese. Per nostra iniziativa, la Commissione dovrà dar seguito a queste premesse, proponendo in un Libro bianco politiche coerenti”.

 

Condividi:

    1 commento for “Cultura ed educazione, approvati a Strasburgo 4 importanti rapporti”

    1. Antonio Capitano scrive:

      Carissima Silvia complimenti per questo risultato con il quale l’Europa si rimette in cammino verso una destinazione culturale di ampio respiro, cosmopolita e vivace che produce ricchezza e offre lavoro. La strada è giusta per la creazione di una società fondata sul sapere.
      Molti belli alcuni passaggi tra i quali ” che la cultura ha valore intrinseco, arricchisce la vita delle persone e promuove la comprensione e il rispetto reciproci” e “che la cultura può e deve essere un facilitatore di sviluppo, integrazione, innovazione, democrazia, diritti umani, educazione, prevenzione dei conflitti e riconciliazione, comprensione reciproca, tolleranza e creatività”
      Parole importanti. Per un nuovo Rinascimento europeo.

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati