Home > Comunicati stampa, Dall'Europa, Giovani

Silvia Costa: al via il Corpo Europeo di Solidarietà

“Sono molto soddisfatta – dichiara Silvia Costa – per l’approvazione del Corpo Europeo di Solidarietà presentato in commissione e di cui io sono stata relatore ombra. L’obiettivo è la promozione della  solidarietà in quanto valore fondante dell’UE per rispondere ai bisogni della società, promuovendo lo sviluppo personale, civico e professionale dei giovani.

Il budget – prosegue l’europarlamentare e relatore ombra del provvedimento – previsto fino al 2020 è di 375.600.000 euro e grazie alla posizione del Parlamento si è ottenuto di garantire che una parte significativa del budget (20%) provenga da risorse aggiuntive, contrariamente a quanto proposto dal Consiglio che avrebbe voluto finanziarlo attraverso una riallocazione solo dai fondi Erasmus+.

Nella proposta iniziale – afferma l’europarlamentare – della commissione si prevedeva che l’80% delle risorse venisse destinato al volontariato e ai progetti di solidarietà, mentre il 20% per gli stage e opportunità di lavoro, sempre nell’ambito della solidarietà. Alle fine dei negoziati le percentuali sono state modificate al 90% volontariato e 10% tirocini e occupazione.

Il corpo europeo di solidarietà – prosegue Silvia Costa – riprende il modello dello SVE (Servizio volontario europeo) e inoltre è stato reintrodotto un riferimento alle organizzazioni non profit e alle imprese sociali in supporto alle attività dell’ESC e da ottobre partiranno i primi bandi.

Attraverso la piattaforma online i giovani potranno registrarsi e accedere alle opportunità finanziate nell’ambito del Ces, mentre per presentare proposte le organizzazioni (non profit e profit) dovranno essere in possesso del Quality Label (QL), uno specifico accreditamento che garantisce la qualità e l’affidabilità degli enti coinvolti.

L’Italia è stata tra i primi a proporre un progetto pilota e, nello specifico, Norcia lo  scorso anno è stata la base del primo progetto del Corpo di Solidarietà.

Vengono previsti – prosegue l’europarlamentare –  due label di qualità separati, uno per le attività di volontariato e uno per tirocini e posti di lavoro. 

Il Parlamento ha inoltre ottenuto di garantire – conclude Silvia Costa relatore ombra del provvedimento – che le attività di volontariato, tirocinio e lavoro offerte debbano rispettare alti standard di qualità, tra cui l’obbligatorietà della remunerazione, il rispetto dei principi europei per gli stage di qualità e misure per prevenire abusi e limitare il rischio di precariato”.

Condividi:

    Scrivi un commento

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2018 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Accedi