Home > Primo piano

“Bene dibattito nazionale. Cultura e creatività siano al centro della prossima legislatura”

La relatrice del Programma Europa Creativa 2014-2020 esprime soddisfazione per il confronto sulla cultura in ambito nazionale e raccomanda: “Più governance e capacità di progettazione per cogliere le opportunità dall’Europa” e rilancia: “MiBAC al tavolo dell’Agenda Digitale”.


Rilevo con soddisfazione che si è finalmente aperto in Italia un dibattito serio, fatto anche di iniziative concrete, sulla rinnovata centralità che deve assumere nella prossima legislatura il tema della cultura, della creatività e dell’audiovisivo”, ha dichiarato Silvia Costa, relatrice in Parlamento Europeo del programma Europa Creativa, che stabilisce misure e stanziamenti per cultura, media e audiovisivo per il settennio 2014-2020.

“Primo tra tutti emerge il tema della governance, che passa attraverso il ripensamento, come segnalato da diverse voci in questi giorni, dell’attuale configurazione istituzionale del Ministero del Beni Culturali, che deve con più forza integrare i diversi aspetti della cultura e dell’industria creativa,  e rafforzare e armonizzare il ruolo delle Regioni attraverso l’adeguamento delle legislazioni e degli assetti regionali che vedono aree di eccellenza accanto a situazioni di ritardo e disattenzione –  ha commentato Costa, che ha aggiunto – in questo quadro, Europa Creativa, di cui sono relatrice in Parlamento Europeo, per il settennio 2014-2020 stanzia 1.8 miliardi per cultura, media e audiovisivo e sperimenta un nuovo strumento finanziario di garanzia dei prestiti. A fronte della nuova programmazione, è urgente che l’Italia si attrezzi per affrontare questa sfida con un assetto più adeguato e una maggiore capacità di progettazione, che metta il Paese e gli operatori del settore culturale e creativo nazionale in condizione di  cogliere le opportunità che vengono dall’Unione”.

Soddisfazione è stata espressa dalla relatrice di Europa Creativa per la firma del Decreto MISE-MiBAC che garantisce e sostiene la quota di produzione nazionale e tutela la produzione indipendente da parte delle emittenti televisive: “Saluto con favore la firma del decreto da parte dei Ministri Passera e Ornaghi: un impegno che avevamo formalmente richiesto con una lettera ai due Ministri per fare in modo che gli operatori di un settore così strategico come l’audiovisivo venissero finalmente messi in condizione di accedere in modo più paritario e competitivo ai programmi e alle risorse della UE”.

Un risultato importante –  ha concluso Costa, rilanciando – cui deve seguire un passo ulteriore: l’inclusione del MiBAC al tavolo dell’Agenda Digitale”.

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati