Home > Comunicati stampa, Diritti, Diritti dei minori, esclusa da homepage, Italia

Abusi sui minori, ok ratifica Italia a Convenzione di Lanzarote

L’europarlamentare S&D Silvia Costa esprime soddisfazione per la conclusione del percorso legislativo per la ratifica della Convenzione di Lanzarote, il primo strumento giuridico attraverso il quale gli Stati membri si impegnano a criminalizzare tutte le forme di abuso sessuale nei confronti di bambini ed adolescenti, prevedendo a tal fine non solo una serie di misure di prevenzione dirette ai minori e chi lavora a contatto con loro, ma anche programmi di sostegno diretti alle vittime e una loro particolare tutela all’interno dei procedimenti giudiziari.  «È evidente – commenta Silvia Costail valore non solo giuridico-politico, ma anche socio-culturale che l’impegno comune all’armonizzazione degli ordinamenti penali nazionali evidenzia nel contesto europeo».

Il disegno di legge che recepisce le disposizioni della Convenzione introduce per la prima volta nel nostro sistema penale lo specifico reato di pedofilia e pedopornografia culturale (art.414-bis), punendo con la reclusione da tre a cinque anni chiunque con qualsiasi mezzo, anche telematico, e con qualsiasi forma di espressione istiga a commettere reati di prostituzione minorile, di pornografia minorile, detenzione di materiale pedopornografico, di violenza sessuale e di corruzione di minore.

Mentre l’Italia compie un passo fondamentale nella direzione della maggiore tutela e del contrasto degli abusi su bambini e adolescenti, l’Europa non si ferma. Se nella prima parte della legislatura un segnale forte è venuto infatti dall’approvazione della direttiva per il contrasto della pedofilia e della pedopornografia, con l’importante introduzione dei reati di turismo sessuale e di adescamento online e con l’inasprimento delle azioni giudiziarie per reati commessi da cittadini europei fuori dai confini UE, il lavoro promosso oggi dalla stessa Silvia Costa all’interno della Commissione Cultura in qualità di relatrice del Rapporto sulla protezione dei minori nel mondo digitale, che verrà approvato in Commissione a inizio ottobre, è indirizzato al rafforzamento del coordinamento europeo nei codici di condotta e negli interventi e nelle misure di contrasto ai  contenuti e ai comportamenti  illeciti e pericolosi, ma anche alla promozione della piena cittadinanza realizzata attraverso l’accesso e la partecipazione attiva e critica degli adolescenti. Non solo: di pochi giorni fa è l’approvazione della direttiva che tutela i diritti minimi delle vittime di reato in tutti gli Stati membri, con specifico riferimento a donne e minori.

«All’interno di un quadro normativo complesso come quello italiano – conclude Silvia Costa, commentando l’approvazione del Senato –  considerato da molti Paesi europei tra i più attenti alla tutela dei minori, la ratifica della Convenzione di Lanzarote, sebbene frutto di una articolatissima e lunghissima procedura parlamentare, conferma l’attenzione verso questa particolare categoria di soggetti di diritti non solo da parte del Legislatore italiano, ma anche della coscienza politica e sociale. La lotta contro tutte le forme di abuso e sfruttamento esprime, infatti, così come avvertito in ambito europeo, una forma di espressione del “diritto di cittadinanza dei diritti dei minori”».

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati