Home > Comunicati stampa

MATERNITA’ SURROGATA. SILVIA COSTA: “GRAVE LA SENTENZA DI TRENTO”

22

(Bruxelles, 1 marzo 2017).

“Il Parlamento europeo, con una maggioranza trasversale, si è recentemente pronunciato, all’interno della relazione sui diritti umani in Europa, contro la maternità surrogata. Così come si è espresso anche il Consiglio d’Europa, utero in affitto e maternità surrogata costituiscono una violazione dei diritti umani, quindi da perseguire come forma di sfruttamento commerciale della donna, spesso in condizioni economiche o sociali vulnerabili, nonché  di negazione di ogni diritto della madre biologica. Ma sono anche  violati la dignità e i  diritti del bambino, compreso quello di conoscere la sua origine”.

Lo ha detto l’europarlamentare Silvia Costa, intervenendo questa mattina a Radio InBlu sulla sentenza della Corte d’Appello di Trento che ha riconosciuto l’efficacia in Italia della sentenza della corte di giustizia canadese che attribuisce il titolo di padre di due gemelli anche al convivente di un uomo che era ricorso alla maternità surrogata. “La maternità surrogata- prosegue Costaè vietata  dalla nostra legislazione anche per le coppie eterosessuali e non può quindi essere legalizzata attraverso una sentenza. Né viene rispettata la legge vigente sull’adozione che prevede la possibilità di ricorrere alla adozione solo a genitori  sposati , altrimenti si può solo considerare l’affido. Ricordiamo che la stepchild adoption non è stata inserita nella legge sulle unioni di fatto dopo un ampio e delicato confronto parlamentare. Non vorrei che lo si facesse per via giudiziaria”. “Il superamento di queste non secondarie questioni viene affidato dalla Corte di Appello di Trento all’interesse superiore del minore  ma è ancora una questione aperta quella di stabilire se un padre e una madre, rispetto a due madri o due padri, siano la soluzione migliore per il bambino dal punto di vista psicologico e di modelli affettivi che si offrono”, prosegue Costa nell’intervista. “Una cosa è certa- conclude l’europarlamentare – la nostra battaglia  contro la maternità surrogata continua a Bruxelles e a Roma , dove   il 23 marzo parteciperò ad una iniziativa con l’Associazione  “Se non ora quando- Libere”, alla quale parteciperanno donne di diversa formazione culturale e posizioni politiche. A dimostrazione di come il fronte  sia forte, ampio e trasversale”.

Condividi:

    Scrivi un commento

    ARGOMENTI

    Ufficio di Bruxelles Parlamento Europeo

    Bât. Altiero Spinelli 15G309, Rue Wiertz / Wiertzstraat 60, B-1047
    Bruxelles
    Tel. +32 (0)2 2845514
    Fax +32 (0)2 2849514
    E-mail: silvia.costa@europarl.europa.eu
    Assistente parlamentare: Ambra Sabatelli

    Ufficio di Strasburgo Parlamento Europeo

    Bât. Louise Weiss - T06129 - 1, avenue du Président Robert Schuman, F-67070 Strasbourg
    Tel. +33 (0)3 88 1 75514
    Fax +33 (0)3 88 1 79514
    Ufficio di Roma

    Tel. 06 6793557

    Tel. 06 92916547
    Email: info@silviacosta.it

    Copyright © 2010-2014 Silvia Costa - Powered by PicSrl.it - Collegati